XIII Congresso Nazionale

Bologna, 10-12 marzo 2016

L’approccio aritmologico al paziente complesso: diagnosi, terapia, monitoraggio


Segreteria organizzativa

AIM Group International – Sede di Roma
Via Flaminia, 1068 – 00189 Roma | tel. 06 330531 – fax 06 33053249
e-mail: aiac2016@aimgroup.eu


L’abstract book

Pubblicati online gli abstract del 13esimo Congresso nazionale AIAC di Bologna (10-12 marzo 2016).

Gli abstract sono suddivisi in comunicazioni orali, comunicazioni scelte, poster e web sharing.



Comunicazioni scelte


Comunicazioni orali

  • Sessione 1 – CRT
  • Sessione 2 – Pacing | Device
  • Sessione 3 – Ablazioni delle aritmie
  • Sessione 4 – Aritmologia clinica e sport
  • Sessione 5 – Estrazioni degli elettrocateteri

Poster

  • Sessione 1 – Aritmologia clinica
  • Sessione 2 – Ablazione delle aritmie e chiusura dell’auricola
  • Sessione 3 – I device in Aritmologia
  • Sessione 4 – Device e Aritmologia interventistica
  • Sessione 5 – ICD | CRT
  • Sessione 6 – Monitoraggio remoto e Aritmologia clinica


Web sharing


Le relazioni del Congresso sul web

Tutte le sessioni accreditate del XIII Congresso AIAC sono anche online. Le registrazioni audio sincronizzate con i powerpoint degli interventi sono disponibili in questa pagina!

AIAC 2016 su web: le relazioni



Articoli e interviste

I nuovi anticoagulanti orali in chirurgia

Intervista a Emanuele Bertaglia, Clinica Cardiologica, Azienda Ospedaliera di Padova. Come raccomandato dalle linee-guida, nelle gestione peri-procedurale dei pazienti in terapia anticoagulanti orali è prioritario stabilire il livello di urgenza della manovra e soppesare attentamente il rischio emorragico e quello tromboembolico, per valutare sulla base di questi se si rende necessaria la sospensione della terapia anticoagulante e il bridging con terapia sostitutiva. I nuovi anticoagulanti orali presentano dei vantaggi come è stato al XIII Congresso AIAC all'interno di una sessione moderata da Emanuele Bertaglia sulla gestione chirurgica del paziente aritmico.

Quesiti aperti sulla CRT

Intervista a Gabriele Giannola, Cardiologia e Aritmologia, Ospedale San Raffaele – G. Giglio di Cefalù. La riuscita della CRT dipende da diversi fattori che non dipendono solo dall’esperienza dell’operatore. In primis è essenziale la selezione sulla base di criteri clinici, elettrocardiografici, ecocardiografici e con RMN del paziente che può beneficiare di questa terapia. Entrano poi in gioco altre variabili procedurali che influenzano la risposta della terapia di resicronizzazione e che sono stati oggetto di confronto al XIII Congresso AIAC in una sessione dedicata ai quesiti ancori aperti sulla CRT.

Tachicardie ventricolari e ablazione: la punta dell’iceberg

Intervista video a Roberto De Ponti, Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, Università degli Studi dell'Insubria, e Giuseppe Picciolo, AOU Policlinico G. Martino di Messina, Task force sito web dell’AIAC. Le tachicardie ventricolari rappresentano un argomento di grande attualità al quale il XIII Congresso AIAC ha dedicato una sessione "Tecnica ed end-points dell´ablazione delle tachicardie ventricolari". Come dimostrato in lettura l’ablazione rappresenta un’opzione terapeutica efficace nel ridurre le recidive aritmiche nei pazienti portatori di ICD e nel migliorare gli outcome in termini sia di qualità di vita sia di sopravvivenza.

Il paziente cerca su internet: come assisterlo e consigliarlo?

Intervista video a Luca Santini, UOC di Cardiologia, Ospedale GB. Grassi di Roma. Internet, wifi e social media stanno rivoluzionando il rapporto medico-paziente generando e condividendo grandi di informazioni digitali sulla salute. Grazie a un approccio informato il paziente assume un ruolo sempre più attivo nel percorso di diagnosi e di cura. Ma non sempre un paziente informato è un paziente ben informato.

Il consenso informato in età pediatrica

Intervista video a Fabrizio Drago, Direttore Cardiologia pediatrica, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Area Aritmologia Pediatrica AIAC Una delle complessità nella pratica aritmologica è il consenso informato in età pediatrica che chiama in causa tre attori: il medico, i genitori e il paziente minore.

    I temi pediatrici al congresso di Bologna

    Quest’anno il tema centrale del Congresso nazionale AIAC è stato l’approccio aritmologico al paziente complesso, dalla…

    Sindrome di Brugada: un update

    Intervista video a Pedro Brugada, Heart Rhythm Management Center, Brussels, Belgio. Parlando di complessità in Aritmologia non può mancare la sindrome di Brugada che presenta difficoltà tanto nella diagnosi quanto nella gestione del paziente che ne è affetto. Invitato dall’AIAC, Pedro Brugada – il quale ha descritto nel 1992 per primo insieme al fratello Josep la sindrome che porta il loro nome – ha tenuto all’auditorium del Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna una lettura magistrale su questa sindrome e sulle principali sfide che ancora oggi pone nelle scelte cliniche in mancanza di una non facile stratificazione del rischio e di terapie efficaci nel modificarne la storia naturale.

    Uno strumento per i giovani elettrofisiologi

    Intervista video a Antonio Rossilo, Ospedale San Bortolo, Vicenza, chairman Area AIAC Giovani Elettrofisiologia. Il testo è molto didattico, ricchissimo di iconografia, di facile consultazione. Descrive le modalità di esecuzione e interpretazione delle principali manovre di stimolazione che possono rendere più sicura la diagnosi di una aritmia e, di conseguenza, il suo trattamento.

    Il passaggio del testimone

    Al XIII Congresso AIAC - alla conclusione dei due anni di attiva e proficua presidenza - Gianluca Botto passa il testimone a Giuseppe Boriani  che guiderà fino al 2018 il nuovo Consiglio direttivo nazionale dell’AIAC nell’opera di aggiornamento dei colleghi cardiologi dedicati all’Aritmologia in Italia e all’estero.

    Alto rischio aritmico e decision making con la genetica

    Intervista video a Peter Schwartz, Direttore Centro per lo studio e la cura delle aritmie cardiache di origine genetica, IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano. La sindrome del QT lungo, la prima causa di morte improvvisa sotto i 20 anni, è un classico esempio di complessità in Aritmologia dove la genetica può essere di grande aiuto nelle decisioni diagnostiche e terapeutiche che riguardano la vita di pazienti ad alto rischio aritmico. Al XIII Congresso dell’AIAC, Peter Schwartz ha presentato due casi esemplificativi

    Aggiornamenti in Aritmologia per infermieri e tecnici

    Durante il XIII Congresso Nazionale AIAC, tenutosi a Bologna, si è svolta la giornata di aggiornamento in Aritmologia per il personale infermieristico e tecnico: iniziata con l’interpretazione elettrocardiografica di base ed avanzata, proseguita con l’elettrostimolazione, e terminata con l’elettrofisiologia. Il tutto “condito” dal sapere di una Faculty, di infermieri e tecnici proveniente da realtà diverse, il cui obbiettivo è stato quello di favorire l’approfondimento di competenze specialistiche e la divulgazione di conoscenze tecniche, scientifiche ed assistenziali per il personale che lavora in ambito aritmologico.

    L’Aritmologia si è incontrata a Bologna

    “Anche quest'anno il Congresso AIAC ha risposto più che egregiamente alle nostre aspettative”, ha commentato soddisfatto Giuseppe Boriani, Presidente del XIII Congresso AIAC e nuovo Presidente di AIAC, mettendo l’accento sull’ottimo livello registrato di giovani impegnati in tutti i settori dell’Aritmologia ed Elettrofisiologia e sui numeri espressione di un appuntamento annuale apprezzato e partecipato. Più di 800 partecipanti e più di 100 abstract ricevuti e valutati. Nove abstract sono stati selezionati per essere presentati in una sessione open del Congresso: gli autori hanno potuto così esporre le loro ricerche alla platea allargata del congresso. Scopri i numeri del Congresso

    Ragionando insieme sulla complessità

    Editoriale di Giuseppe Boriani, Presidente del Comitato scientifico XIII Congresso AIAC, Presidente eletto AIAC, Ospedale di Modena. Il Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione è giunto quest’anno alla XIII edizione. L’affezionata città di Bologna ospiterà l’evento che riunirà i colleghi provenienti da tutta di Italia per confrontarsi sulle proprie ricerche ed esperienze professionali e discutere insieme delle problematiche ancora aperte nel campo dell’Aritmologia clinica, della Elettrofisiologia e della Cardiostimolazione, grazie a un programma scientifico di qualità. Programma che è stato frutto di un inteso lavoro per rispondere alle esigenze in-formative di una associazione scientifica attenta alla crescita delle competenze tecniche e professionali e alle sinergie con l’industria per stare al passo con l’innovazione.

    Competence per medici al XIII Congresso AIAC

    Durante il XIII Congresso Nazionale AIAC, sabato 12 marzo, si svolgeranno gli esami di competence aritmologica sia per medici ed infermieri. L’esame di competence per infermieri sarà equiparato a quello EHRA. Esami di competence per medici 2016  Esame di accreditamento professionale medici per la certificazione della competenza in elettrofisiologia cardiaca. Esame di accreditamento professionale medici per la certificazione della competenza in elettrostimolazione cardiaca.

    Prendi la certificazione di competence!

    Caro/a collega, come già sai a Bologna, durante il XIII Congresso nazionale AIAC, si terrà l’esame di competence in Aritmologia ed Elettrostimolazione cardiaca per infermieri, tecnici di cardiologia ed ingegneri biomedicali. Dallo scorso anno la certificazione di competence è riconosciuta dall’EHRA, la European Heart Rhythm Association, e come tale ha validità a livello europeo.  

    Ultimi articoli

    Corso per infermieri e tecnici, online il nuovo modulo

    Online il nuovo modulo del Corso per infermieri e tecnici di cardiologia. Argomento: gli algoritmi di stimolazione utilizzati più di frequente nella pratica clinica.

    Leggi

    Ablazione della FA, attività delle vene polmonari non predice gli outcome

    Uno studio pubblicato su Heart Rhythm ha indagato la relazione tra attività delle vene polmonari e il tasso di successo delle procedure di ablazione transcatetere in pazienti affetti da fibrillazione atriale persistente.

    Leggi

    Per una programmazione…RESPONSIBLE!

    L’impatto della stimolazione rate responsive sulla capacità di esercizio di pazienti con FA permanente sottoposti ad ablazione nel nodo AV e con una frequenza ventricolare non controllata nonostante terapia medica.

    Leggi