Dalla letteratura

La sindrome del QT lungo: betabloccanti a confronto

I betabloccanti non si equivalgono nel trattamento della sindrome del QT lungo di tipo 1 e di tipo 2. Uno studio multicentrico pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology conclude che il propranololo è il più efficace in termini di riduzione dell'intervallo QTc. Nei pazienti sintomatici il metoprololo si associa a un maggior rischio di eventi cardiaci rilevanti.

Leggi

Con la digossina aumenta il rischio di mortalità?

Un’analisi post-hoc dello studio AFFIRM mette in discussione l’impiego della digossina nei pazienti con fibrillazione atriale. I risultati pubblicati sull’European Heart Journal evidenziano un aumento della mortalità associata al farmaco.

Leggi

Come ridurre le terapie inappropriate con ICD

Buone nuove da MADIT-RIT: il tipo di programmazione dei defibrillatori impiantabili può prevenire le terapie inappropriate e dimezzare i casi di mortalità nei pazienti con impianto di ICD in prevenzione primaria, a un follow up di un anno e mezzo. I risultati sono stati presentati all’American Heart Association 2012 Scientific Session e pubblicati sul New England Journal of Medicine.

Leggi

FA: meno ictus con il controllo del ritmo

Uno studio osservazionale pubblicato su Circulation conclude che i pazienti con fibrillazione atriale trattati con terapia per il controllo del ritmo hanno un minor rischio di ictus/TIA, rispetto ai pazienti trattati per il controllo della frequenza.

Leggi

Dalla fibrillazione atriale alla demenza

Il binomio fibrillazione atriale e demenza è oggetto di studio e dibattito all’interno della comunità medico-scientifica. Una meta-analisi pubblicata su Heart Rhythm conclude che indipendentemente da altri fattori i pazienti con fibrillazione atriale hanno un maggior rischio di demenza.

Leggi

Il Bollettino del Registro Pacemaker e Defibrillatori

Nel 2011 sono stati registrati più di 24 mila impianti di pacemaker registrati. All'attività di registrazione hanno collaborato 217 centri dei circa 400 laboratori di elettrostimolazione italiani. I numeri sul Giornale Italiano di Aritmologia e Cardiostimolazione.

Leggi

Come gestire le aritmie del neonato

Il Giornale Italiano di Aritmologia e Cardiostimolazione pubblica un documento congiunto dell'Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione e della Società Italiana di Cardiologia Pediatrica sulla diagnosi, il trattamento e follow-up delle aritmie in età neonatale e fetale.

Leggi

Ultimi articoli

Anche quest’anno AIAC ti premia: diventa Fellow dell’associazione

Anche nel 2019 l’AIAC attribuirà il titolo di Fellow dell’AIAC (FAIAC) ai medici che hanno dato un contributo di rilievo nel campo della ricerca e dell’attività clinica nel settore dell’Aritmologia e Cardiostimolazione.

Leggi

AIAC 2019, posticipata la deadline per l’invio degli abstract

la scadenza per l’invio degli abstract per la XVI edizione del Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione – AIAC 2019 è stata posticipata alle ore 24:00 di domenica 16 dicembre 2018.

Leggi

Bradicardia e disturbi di conduzione, le linee guida ACC/AHA/HRS

Sono state presentate ad AHA2018 le nuove linee guida americane sulla valutazione e il trattamento della bradicardia e dei disturbi di conduzione. Ecco le novità più importanti.

Leggi