Notizie

Rischio di fibrillazione atriale e artrite reumatoide

I pazienti con artrite reumatoide hanno un rischio del 40 per cento più elevato di fibrillazione atriale (FA) e del 30 per cento maggiore di ictus, rispetto ad una popolazione di confronto libera da malattia. "In base alle evidenze ottenute, dovrebbe essere prevista una valutazione cardiovascolare annuale dei pazienti sofferenti di artrite reumatoide, che includa lo screening di FA", ha dichiarato il primo autore Jesper Lindhardsen

Leggi

Aggiornate le linee guida canadesi sulla fibrillazione atriale

La Canadian Cardiovascular Society ha aggiornato le proprie linee guida sulla gestione della fibrillazione atriale. L'update è stato reso necessario, ha dichiarato Allan Skanes (University of Western Ontario, London, Canada), dai risultati dei trial ROCKET-AF, ARISTOTLE e PALLAS pubblicati lo scorso anno. “Each of these large randomized trials provided clear results with major implications for AF management,” hanno sottolineato gli autori.

Leggi

Voti dei pazienti e outcome clinici

I giudizi dei pazienti sulle strutture ospedaliere coincidono – in modo forse inaspettato ‒ con le valutazioni obiettive della performance delle stesse, almeno in Gran Bretagna. Lo rivela uno studio pubblicato dagli Archives of Internal Medicine.

Leggi

Ticagrelor in Italia

Disponibile anche in Italia ticagrelor, l’antiaggregante piastrinico di nuova generazione efficace nel ridurre del 16% il rischio combinato di infarto miocardico, morte cardiovascolare, ictus in pazienti affetti da sindrome coronarica acuta.

Leggi

Fibrillazione atriale e decadimento cognitivo

Un'analisi post-hoc degli studi ONTARGET e TRANSCEND conferma che la fibrillazione atriale (FA) è legata ad un rischio aumentato di declino funzionale e cognitivo, a prescindere dal verificarsi di ictus.

Leggi

I grandi del NEJM sono poco social?

Su YouTube i funerali di Whitney Houston sono cliccatissimi. Mentre le interviste a nomi autorevoli della medicina fanno poca audience. I medici quanto sanno usare i social media? Se lo chiede Larry Husten nel suo blog.

Leggi

Gli Almanacchi del Cuore

Da dicembre il Giornale Italiano di Cardiologia pubblica le rassegne monotematiche del Network Europeo dei Giornali Nazionali di Cardiologia. Le prime quattro riview dell’Almanacco 2011 parlano di scompenso cardiaco, valvulopatie, cardiomiopatie e sindromi coronariche acute. Di prossima pubblicazione, un focus sulla malattia coronarica stabile e uno sulle aritmie ventricolari e cardiostimolazione.

Leggi

ICD, donne e possibili iniquità nelle cure

Una vasta letteratura, soprattutto statunitense, ha sensibilizzato la comunità scientifica sui rischi di una iniquità di genere nella gestione del paziente cardiovascolare: gli uomini sarebbero più tempestivamente assistiti e, spesso, in maniera più appropriata. Nuovi indizi provengono da uno studio dell'Università di Toronto:

Leggi

Compassion… interventi non invasivi

Al congresso Intercardio 2012 i risultati dello studio Compassion, che ha testato l'impianto di valvola polmonare transcatetere: una tecnica non invasiva che si può applicare ad adolescenti o giovani adulti colpiti da malformazioni congenite cardiache, i quali hanno già subito, in età neonatale o infantile, un intervento chirurgico a cuore aperto per l’impianto di un cosiddetto condotto valvolato.

Leggi

Fibrillazione atriale silente e rischio di ictus

La tachicardia atriale in assenza di fibrillazione atriale clinica accade frequentemente nel paziente portatore di pacemaker ed è associata ad un aumento significativo di rischio di ictus o di embolia sistemica. I risultati dello studio Asymptomatic AF and Stroke Evaluation in Pacemaker Patients and the AF Reduction Atrial Pacing Trial (ASSERT) mostrano che, nella popolazione di pazienti ipertesi con pacemaker senza storia di fibrillazione atriale, gli episodi di tachicardia atriale registrati dal dispositivo di durata maggiore di sei minuti sono osservati in un terzo dei pazienti lungo quasi tre anni di follow-up.

Leggi

Ultimi articoli

Bioetica e device impiantabili. Un’area AIAC dedicata

La presentazione dell'Area di Bioetica di AIAC, nata con l'obiettivo di chiarire le tematiche - dal rapporto medico/paziente all'equità nell'accesso alle cure - relative ai problemi morali inerenti l’assistenza sanitaria, la ricerca biomedica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario.

Leggi

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

L’AIAC ha avviato un progetto finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche. Si richiede quindi ai centri aritmologici italiani la disponibilità ad accogliere giovani cardiologi per degli stage di perfezionamento.

Leggi

Sistema nervoso simpatico e ARVC: quando al cuor….si comanda.

Il sistema nervoso simpatico cardiaco è coinvolto nella patogenesi della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. Un elemento che suggerisce un potenziale ruolo della neuro-modulazione in ambito terapeutico.

Leggi