Notizie e commenti

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

Identificazione di centri aritmologici italiani disponibili ad accogliere giovani cardiologi per stage di perfezionamento in tecniche di aritmologia interventistica

L’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione (AIAC) ha avviato un progetto formativo denominato “AIAC ACADEMY” finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche dopo la specializzazione. Il programma prevede periodi di stage presso strutture ospedaliere e universitarie che si rendano disponibili con percorsi pre-definiti nelle diverse sotto-specialità dell’aritmologia interventistica. L’associazione fornirà agli interessati, previa applicazione ad un bando dedicato, supporto logistico e forme di sostegno economico attraverso borse di studio. Resteranno a carico degli interessati gli aspetti assicurativi relativi alla responsabilità professionale.

Si richiede a tutti i centri presenti nel censimento delle strutture aritmologiche italiane l’adesione al progetto. Ai centri interessati (che devono essere a medio o alto volume) si richiede, sulla base della specifica expertise, la definizione della tipologia dei percorsi formativi per cui offrono disponibilità e dei periodi temporali di stage. Nell’adesione al progetto è implicita la disponibilità a consentire una formazione pratica effettiva dei borsisti e a certificare ad AIAC e agli interessati l’effettivo raggiungimento degli obiettivi prefissati. Ad ogni borsista andrà affiancato un “tutor” con lunga e comprovata esperienza nel settore, che guiderà il giovane nel percorso di formazione.

Una volta definita la lista dei centri disponibili per il percorso di formazione prescelto, il candidato vincitore del bando effettuerà il periodo di training nella struttura da lui prescelta (in ordine di graduatoria).

Il progetto si articolerà in 5 percorsi formativi della durata di 3 mesi:
1. Cardiostimolazione di base: tecniche di impianto di dispositivi cardiaci impiantabili mono e bicamerali e follow-up dei pazienti;
2. Cardiostimolazione avanzata: tecniche di impianto di dispositivi per la resincronizzazione cardiaca, di defibrillatori sottocutanei, di pacemaker leadless, tecniche di impianto per la stimolazione hisiana, follow-up dei pazienti;
3. Elettrofisiologia di base: studi elettrofisiologici semplici ed ablazioni semplici (TPSV, flutter tipici, preeccitazione);
4. Elettrofisiologia avanzata: cateterismo transettale, metodiche di mappaggio non fluoroscopico, ablazione della fibrillazione atriale e di aritmie complesse (TV, flutter atipici, approccio epicardico);
5. Estrazione degli elettrocateteri.

Le domande di adesione dovranno pervenire alla segreteria AIAC per e-mail dal 1 al 30 settembre 2019. Dal 1 ottobre 2019 partiranno i bandi di applicazione al progetto da parte degli interessati e le domande per le borse di studio che si renderanno disponibili. L’inizio effettivo dei periodi di training è previsto a partire dal 1 dicembre 2019.

Obiettivi formativi

Cardiostimolazione di base
Il borsista che frequenterà il centro dovrà essere messo nelle condizioni di conoscere esattamente le indicazioni all’impianto, avere dimestichezza con i diversi dispositivi, le tecniche di posizionamento degli elettrocateteri e le diverse possibilità di ottimizzazione dei dispositivi. Durante il corso di formazione il borsista dovrà partecipare in maniera attiva a procedure semplici di cardiostimolazione con progressivo incremento dell’esperienza operativa e della consapevolezza. L’attività svolta dal borsista nel corso del programma formativo e il raggiungimento degli obiettivi formativi saranno documentati da un’apposita certificazione rilasciata al termine del periodo di formazione dal responsabile del Centro di Insegnamento.

Cardiostimolazione avanzata
Il borsista che frequenterà il centro dovrà essere messo nelle condizioni di conoscere esattamente le indicazioni all’impianto, avere dimestichezza con tutti i diversi device, i diversi sistemi di posizionamento degli elettrocateteri e le diverse possibilità di ottimizzazione dei device. Durante il corso di formazione il borsista dovrà partecipare in maniera attiva a procedure di cardiostimolazione avanzata con progressivo incremento dell’esperienza operativa e della consapevolezza. L’attività svolta dal borsista nel corso del programma formativo e il raggiungimento degli obiettivi formativi saranno documentati da un’apposita certificazione rilasciata al termine del periodo di formazione dal responsabile del Centro di Insegnamento.

Elettrofisiologia di base
Il borsista che frequenterà il centro dovrà acquisire le nozioni teoriche e le abilità manuali necessarie all’esecuzione di uno studio elettrofisiologico diagnostico completo (posizionamento dei cateteri, registrazione dei segnali intracavitari, manovre di pacing), alla corretta interpretazione dei segnali intracavitari ed all’esecuzione di ablazioni semplici (TPSV, flutter destri). Durante il corso di formazione il borsista dovrà partecipare in maniera attiva a procedure di elettrofisiologia di base con progressivo incremento dell’esperienza operativa e della consapevolezza. L’attività svolta dal borsista nel corso del programma formativo e il raggiungimento degli obiettivi formativi saranno documentati da un’apposita certificazione rilasciata al termine del periodo di formazione dal responsabile del Centro di Insegnamento.

Elettrofisiologia avanzata
Il borsista che frequenterà il centro dovrà avere già esperienza di ablazione delle aritmie sopraventricolari e familiarità con le tecniche rianimazione cardiopolmonare. Gli obiettivi formativi includono:
– eseguire correttamente la puntura transettale, nonché conoscere e saper prevenire le sue complicanze;
– conoscere l’approccio epicardico, le sue complicanze e le strategie per prevenirle;
– conoscere tutti i diversi sistemi per l’esecuzione della procedura e tutti i differenti approcci metodologici e comprendere i vantaggi ed i limiti di ognuno di essi;
– stabilire i rischi e benefici della procedura e di conseguenza selezionare correttamente il paziente ed informarlo in maniera adeguata; valutare anche la severità della patologia cardiaca ed eventuali patologie associate, nonché la presenza di fattori che possono accrescere il rischio della procedura;
– avere accurata conoscenza dell’anatomia cardiaca (atri, ventricoli, albero coronarico, sistema di conduzione, valvole, nervo frenico, pericardio);
– conoscere il meccanismo delle aritmie da trattare in quanto da questo dipende la scelta dell’approccio per il mappaggio;
– conoscere tutte le possibilità di trattamento alternativo utili per il paziente; dovrà avere esperienza di tecniche basilari di rianimazione cardiopolmonare ed essere in grado di monitorare i segni vitali e di riconoscere segni di deterioramento emodinamico o respiratorio che si possono verificare durante la procedura, nonché conoscere tutte le complicanze che si possono verificare ed il loro trattamento.
Durante il corso di formazione il borsista dovrà partecipare in maniera attiva a procedure di elettrofisiologia avanzata con progressivo incremento dell’esperienza operativa e della consapevolezza. L’attività svolta dal borsista nel corso del programma formativo e il raggiungimento degli obiettivi formativi saranno documentati da un’apposita certificazione rilasciata al termine del periodo di formazione dal responsabile del Centro di Insegnamento.

Estrazione degli elettrocateteri
Il borsista che frequenterà il centro dovrà essere messo nelle condizioni di conoscere esattamente le indicazioni all’estrazione degli elettrocateteri, avere dimestichezza con tutte le tecniche di estrazione maggiormente utilizzate e conoscere le possibili complicanze e le strategie per prevenirle.
Durante il corso di formazione il borsista dovrà partecipare in maniera attiva a procedure di estrazione degli elettrocateteri con progressivo incremento dell’esperienza operativa e della consapevolezza. L’attività svolta dal borsista nel corso del programma formativo e il raggiungimento degli obiettivi formativi saranno documentati da un’apposita certificazione rilasciata al termine del periodo di formazione dal responsabile del Centro di Insegnamento.

Ultimi articoli

Bioetica e device impiantabili. Un’area AIAC dedicata

La presentazione dell'Area di Bioetica di AIAC, nata con l'obiettivo di chiarire le tematiche - dal rapporto medico/paziente all'equità nell'accesso alle cure - relative ai problemi morali inerenti l’assistenza sanitaria, la ricerca biomedica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario.

Leggi

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

L’AIAC ha avviato un progetto finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche. Si richiede quindi ai centri aritmologici italiani la disponibilità ad accogliere giovani cardiologi per degli stage di perfezionamento.

Leggi

Sistema nervoso simpatico e ARVC: quando al cuor….si comanda.

Il sistema nervoso simpatico cardiaco è coinvolto nella patogenesi della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. Un elemento che suggerisce un potenziale ruolo della neuro-modulazione in ambito terapeutico.

Leggi