Notizie e commenti

Stimolazione hisiana, stato dell’arte e prospettive

“Mano a mano che si sono ampliate le nostre conoscenze di fisiopatologia ed elettrofisiologia legate al sistema di conduzione anche il campo di applicazione del pacing hisiano si è ampliato”. Intervistato in occasione del XVI Congresso nazionale dell’AIAC, Francesco Zanon – responsabile del Servizio di Elettrofisiologia Interventistica e Cardiostimolazione dell’Ospedale di Rovigo – ha fatto il punto sulle caratteristiche e le indicazioni relative a questo tipo di stimolazione e sui possibili sviluppi futuri.

“Quello che si è visto attualmente è che anche i disturbi di conduzione legati a blocchi prossimali dell’His possono essere bypassati attraverso la stimolazione a valle della sede del blocco, in maniera diretta o in maniera indiretta attraverso il cosiddetto catodo virtuale”. Questo, ha sottolineato Zanon, ha permesso di ampliare le indicazioni a tutti i casi di bradicardia.

Secondo il cardiologo quello che manca ora è un trial randomizzato che metta la parola definitiva sulla superiorità della stimolazione del fascio di His rispetto a quello tradizionale. “A parer mio il pacing hisiano dovrebbe essere la first-line therapy, il primo tentativo di terapia”, ha sottolineato. In futuro, poi, questa tecnica potrebbe essere utilizzata, in forma pura o combinata, anche per correggere quei disturbi di conduzione per cui è attualmente indicata la CRT.

Ultimi articoli

Innovazione tecnologica in aritmologia

Intervistato in occasione del XVI Congresso Nazionale dell'AIAC, Massimo Zoni Berisso, cardiologo della Divisione di Cardiologia dell'Ospedale Padre Antero Micone di Genova, descrive le innovazioni tecnologiche più importanti nell'ambito delle ablazioni transcatetere.

Leggi

Protetto: Quanto costano (davvero) le estrazioni degli elettrocateteri transvenosi?

Non è disponibile alcun riassunto in quanto si tratta di un articolo protetto.

Leggi

Energia atomica per il cuore

La progettazione e l’impiego clinico di pacemaker con pile atomiche è stato un tassello importante dell’evoluzione tecnologica che ha portato allo sviluppo delle batterie contenute nei moderni device. Ripercorriamo insieme la storia dei pacemaker atomici.

Leggi