Notizie e commenti

Alto rischio aritmico e decision making con la genetica

Intervista video a Peter Schwartz, Direttore Centro per lo studio e la cura delle aritmie cardiache di origine genetica, IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano.

La sindrome del QT lungo, la prima causa di morte improvvisa sotto i 20 anni, è un classico esempio di complessità in Aritmologia dove la genetica può essere di grande aiuto nelle decisioni diagnostiche e terapeutiche che riguardano la vita di pazienti ad alto rischio aritmico.

Al XIII Congresso dell’AIACPeter Schwartz ha presentato due casi esemplificativi: il caso di un bambino con malattia del QT lungo conclamata e del fratello clinicamente sano ma che potrebbe essere portatore silente della mutazione; e il caso in cui lo studio genetico potrebbe cambiare la scelta se impiantare un defibrillatore a un bambino con sindrome di Jervell e Lange-Nielsen, una variante molto rara della sindrome del QT lungo associata a sordità congenita, ad alto rischio di mortalità.

Ultimi articoli

I dati dal registro IMPACT sulle complicanze legate ai CIED

In occasione del Meeting 2018 dell'European Society of Cardiology, Federico Guerra, degli Ospedali Riuniti di Ancona, descrive caratteristiche e risultati del registro IMPACT, nato da un'iniziativa dell'Area Giovani dell'AIAC.

Leggi

Trattamento della fibrillazione atriale: il registro EORP-AF

In occasione del Meeting 2018 dell'European Society of Cardiology, Giuseppe Boriani, Past President AIAC e chairman del registro EORP-AF Long Term, descrive caratteristiche e risultati del registro.

Leggi

Nasce la rubrica “Pietre miliari”

Rileggiamo gli articoli che hanno fatto la storia dell'eletterofisiologia e dell’elettrostimolazione cardiaca e che a distanza di anni hanno ancora molto da insegnare a chi si occupa di queste tematiche.

Leggi