Notizie e commenti

I nostri aritmologi all’estero

Luigi Di Biase racconta ai colleghi la sua esperienza formativa e professionale negli Stati Uniti iniziata nel 2007 alla Cleveland Clinic, nell’Ohio. “Mi sono innamorato degli Stati Uniti perché ho verificato la possibilità reale di fare ricerca grazie all’esistenza di fondi e di strutture idonee e anche per la diversa mentalità che dà importanza allo sviluppo tecnologico, al domani”.

Ed è proprio negli USA che Di Biase ha condotto diversi studi di assoluta rilevanza scientifica. Il suo cavallo di battaglia è la ricerca sull’ablazione della fibrillazione atriale, dalla prevenzione delle complicanze al miglioramento dell’outcome. Si è occupato inoltre di ablazione delle tachicardie ventricolari e della CRT nei pazienti con scompenso cardiaco.

Da quando è arrivato negli Stati Uniti, ha sempre lavorato insieme ad Andrea Natale che riconosce come suo mentore nella ricerca e anche nella pratica clinica. Ora Di Biase porta avanti le sue ricerche al Texas Cardiac Arrhythmia Institute di Austin e al D. Weiler Hospital a New York dove lavora anche come clinico.

Per Di Biase è arrivato il momento di tornare in Italia?

Il video

Intervista a Luigi Di Biase, St. david’s Medical Center, Austin (USA), Montefiore Hospital, Bronx, NYC (USA)

29 gennaio 2013

Ultimi articoli

Energia atomica per il cuore

La progettazione e l’impiego clinico di pacemaker con pile atomiche è stato un tassello importante dell’evoluzione tecnologica che ha portato allo sviluppo delle batterie contenute nei moderni device. Ripercorriamo insieme la storia dei pacemaker atomici.

Leggi

Storm aritmico: ACEi/ARB, statine o amiodarone?

Uno studio pubblicato su Pharmacology ha valutato l’impatto prognostico dei diversi approcci farmacologici disponili per il trattamento dei pazienti con storm aritmico.

Leggi

Supporto cardiopolmonare nell’ablazione dello storm aritmico

Uno studio pubblicato sul Journal of Cardiovascular Electrophysiology ha mostrato l’esperienza con il sistema di supporto ECMO nelle procedure di ablazione dello storm aritmico in una corte di pazienti ad alto rischio

Leggi