Notizie e commenti

I nostri aritmologi all’estero

Luigi Di Biase racconta ai colleghi la sua esperienza formativa e professionale negli Stati Uniti iniziata nel 2007 alla Cleveland Clinic, nell’Ohio. “Mi sono innamorato degli Stati Uniti perché ho verificato la possibilità reale di fare ricerca grazie all’esistenza di fondi e di strutture idonee e anche per la diversa mentalità che dà importanza allo sviluppo tecnologico, al domani”.

Ed è proprio negli USA che Di Biase ha condotto diversi studi di assoluta rilevanza scientifica. Il suo cavallo di battaglia è la ricerca sull’ablazione della fibrillazione atriale, dalla prevenzione delle complicanze al miglioramento dell’outcome. Si è occupato inoltre di ablazione delle tachicardie ventricolari e della CRT nei pazienti con scompenso cardiaco.

Da quando è arrivato negli Stati Uniti, ha sempre lavorato insieme ad Andrea Natale che riconosce come suo mentore nella ricerca e anche nella pratica clinica. Ora Di Biase porta avanti le sue ricerche al Texas Cardiac Arrhythmia Institute di Austin e al D. Weiler Hospital a New York dove lavora anche come clinico.

Per Di Biase è arrivato il momento di tornare in Italia?

Il video

Intervista a Luigi Di Biase, St. david’s Medical Center, Austin (USA), Montefiore Hospital, Bronx, NYC (USA)

29 gennaio 2013

Ultimi articoli

Protetto: Indice HeartLogic e disfunzione valvolare

A cura di Pirozzi e Raffaele Sangiuolo, Ospedale Fatebenefratelli, Napoli

Leggi

L’incontro AIAC per gli infermieri del Trentino Alto Adige

Il 25 ottobre si terrà presso il Polo Tecnologico di Rovereto un incontro per mettere a confronto le esperienze e i modi di lavorare degli infermieri nelle sale di elettrofisiologia e nelle telecardiologie della Regione.

Leggi

Online l’elenco degli infermieri e tecnici certificati

Gli infermieri e i tecnici che negli anni hanno superato l'esame di Certificazione di Competence in Aritmologia ed Elettrostimolazione Cardiaca per Infermieri e Tecnici di Cardiologia.

Leggi