Notizie e commenti

Journal of Cardiovascular Medicine e aritmologia italiana

Il Journal of Cardiovascular Medicine è la rivista dell’Italian Federation of Cardiology che, pubblicata in lingua inglese, sta acquisendo sempre più importanza nel panorama delle riviste scientifiche attive in ambito cardiologico. È di questa opinione Maurizio Landolina, direttore della Struttura Complessa di Cardiologia dell’Ospedale Maggiore di Crema e direttore editoriale di AIAC, intervistato in occasione della 18esima edizione dell’International Symposium on Progress in Clinical Pacing (Roma, 4-6 dicembre 2018).

“L’anno scorso l’impact factor del Journal of Cardiovascular Medicine è salito a 1.6 – ha sottolineato Landolina -, e il nostro obiettivo è quello di riuscire ad arrivare a 2”. Dato questa tendenza, infatti, sono sempre di più i ricercatori che, anche dall’estero, decidono di inviare i loro studi a questa rivista. “Parallelamente è aumentata anche la qualità di questi lavori, con molte ricerche che hanno un’elevata probabilità di essere citati l’anno prossimo”.

Ultimi articoli

Stimolazione “closed loop” per il trattamento della sincope cardioinibitoria

Un gruppo di ricerca italiano ha messo a confronto gli effetti di una stimolazione CLS  e di una DDD, in termini di variazioni emodinamiche e di occorrenza della sincope indotta tramite tilt test, su un campione di pazienti affetti da sincope vasovagale cardioinibitoria.

Leggi

Sincope neuromediata e impianto di pacemaker

Una meta-analisi pubblicata su Europace ha valutato il beneficio dell’impianto del pacemaker in pazienti con sincope neuromediata e asistolia documentata mediante loop recorder.

Leggi

L’utilizzo dei loop recorder impiantabili nella pratica clinica

Sul Journal of Arrhythmia una revisione relativa al ruolo del looprecorder impiantabile nella pratica clinica, dall'utilizzo nell'ambito della perdita transitoria dello stato di coscienza fino all'impiego in contesti di ricerca.

Leggi