Notizie e commenti

Le attività formative di AIAC in programma per il 2019

“Lo sviluppo di programmi di formazione, di crescita degli associati, è uno degli obiettivi che AIAC ha sempre perseguito e che in questo biennio stiamo perseguendo, con il supporto di tutto il Consiglio Direttivo, in maniera ancora più intensa e diversificata”. Intervistato in occasione del 18th International Symposium on Progress in Clinical Pacing, tenutosi a Roma dal 4 al 6 dicembre, il Presidente Renato Pietro Ricci ha descritto le prossime iniziative formative dell’Associazione.

Oltre al Corso online per infermieri e tecnici di cardiologia, di cui è già disponibile per intero il modulo sui pacemaker e in parte quello sui defibrillatori impiantabili, partiranno a breve dei corsi di formazione di tipo seminariale destinati ai medici. “Il Consiglio Direttivo ha approvato il primo corso, denominato ‘AIAC remoto 2019’, in cui verranno sviluppati dei temi legati al monitoraggio remoto dei dispositivi con dei seminari a carattere fortemente interattivo, con casi clinici, discussioni e lavori di gruppo”.

Oltre all’aggiornamento professionale degli specialisti più esperti – conclude Ricci – l’obiettivo è anche il “coinvolgimento dei giovani, che noi riteniamo essere la vera spina dorsale dell’Associazione”.

Ultimi articoli

Bioetica e device impiantabili. Un’area AIAC dedicata

La presentazione dell'Area di Bioetica di AIAC, nata con l'obiettivo di chiarire le tematiche - dal rapporto medico/paziente all'equità nell'accesso alle cure - relative ai problemi morali inerenti l’assistenza sanitaria, la ricerca biomedica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario.

Leggi

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

L’AIAC ha avviato un progetto finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche. Si richiede quindi ai centri aritmologici italiani la disponibilità ad accogliere giovani cardiologi per degli stage di perfezionamento.

Leggi

Sistema nervoso simpatico e ARVC: quando al cuor….si comanda.

Il sistema nervoso simpatico cardiaco è coinvolto nella patogenesi della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. Un elemento che suggerisce un potenziale ruolo della neuro-modulazione in ambito terapeutico.

Leggi