Notizie e commenti

Telecardiologia, il caso del Trentino Alto Adige

“I due punti di cui si discute sempre sono: l’ottenimento di una codifica a livello nazionale e i modelli di gestione dei pazienti in telecardiologia”. Si apre con queste parole l’intervista realizzata in occasione del XV Congresso nazionale dell’AIAC a Massimiliano Maines, cardiologo dell’Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto, il quale ha descritto il modello utilizzato in quest’ambito in Trentino Alto Adige.

“In Trentino abbiamo una doppia fortuna: aver ottenuto la codifica attraverso una delibera delle giunta provinciale il giugno scorso e […] avere a disposizione un sistema informatico unico per cui tutte le trasmissioni effettuate in telecardiologia, le quali vengono inserite in questo sistema e sono visualizzabili dai medici dell’ospedale, dai medici di base e dai pazienti”.

Poiché per un ospedale può essere gravoso farsi carico della gestione di tutte le informazioni trasmesse in telecardiologia, infatti, secondo Maines è importante creare una rete con i medici di base e con le altre strutture del territorio per riuscire a ottimizzare la gestione di questi pazienti.

Infine, il cardiologo trentino dà appuntamento al II Congresso italiano di Telecardiologia in programma il 28 e 29 settembre a Riva del Garda.

Ultimi articoli

Journal of Cardiovascular Medicine e aritmologia italiana

Grazie alla pubblicazione di studi di elevata qualità, il Journal of Cardiovascular Medicine sta acquisendo sempre più importanza nel panorama delle riviste scientifiche attive in ambito cardiologico. L'intervista a Maurizio Landolina.

Leggi

Iscriviti all’AIAC e partecipa al Congresso con il supporto dell’Associazione

Per i nuovi soci che presenteranno la domanda di iscrizione nel periodo compreso tra il novembre 2018 e il 28 febbraio 2019 l'Associazione sosterrà le spese di alloggio in hotel e l’iscrizione al XVI Congresso Nazionale AIAC.

Leggi

Formazione aritmologica del giovane cardiologo. La survey AIAC

Il sondaggio realizzato dall'Area Giovani per il Pacing di AIAC che ha l'obiettivo di indagare come vengono formati i giovani under 40 specializzandi e specialisti di cardiologia sulle tematiche aritmologiche.

Leggi