Notizie e commenti

Trattamento della fibrillazione atriale: il registro EORP-AF

Il registro EORP-AF è un’iniziativa dell’European Society of Cardiology (ESC) il cui obiettivo è quello di evidenziare il trattamento, le comorbilità e gli outcome di pazienti affetti da fibrillazione atriale. Ne abbiamo parlato, in occasione di ESC2018, con Giuseppe Boriani, responsabile della Struttura Complessa di Cardiologia dell’AOU Policlinico di Modena e Past-Preesident AIAC.

Più di 11.000 pazienti provenienti da 250 Centri dislocati in 25 nazioni di Europa e zone limitrofe, questi i numeri del registro. “I risultati sono molto interessanti e indicano la necessità di continuare con questa iniziative di studi osservazionali”, ha commentato Boriani. “Abbiamo avuto l’occasione di valutare come la prognosi sia dipendente dal trattamento e dalle caratteristiche del paziente“.

Per quanto riguarda i farmaci anticoagulanti, poi, sono emersi dati significativi anche per quanto riguarda le differenze presenti tra le varie nazioni. “Nel registro EORP-AF abbiamo visto come tra i paesi del Nord Europa e i paesi dell’Europa Meridionale o dell’Est ci siano differenze nell’implementazione di questa farmaci, in rapporto anche a differenti regolamentazioni e differenti disponibilità finanziarie”.

Anche nell’ambito della gestione del rischio tromboembolico sono poi emersi risultati importanti. “Dobbiamo affrontare l’argomento ben consci che qualche evento emorragico può verificarsi e richiede una valutazione“, ha sottolineato Boriani. Proprio a ESC2018, infatti, sono stati presentati dei dati che mostrano come, ad esempio, un sanguinamento a livello genitourinario o gastrointestinale può essere indicativo della presenza di una neoplasia.

Bibliografia
Boriani G, Proietti M, Laroche C, et al. Contemporary stroke prevention strategies in 11 096 European patients with atrial fibrillation: a report from the EURObservational Research Programme on Atrial Fibrillation (EORP-AF) Long-Term General Registry. Europace 2018; 20(5): 747 – 757.

 

Ultimi articoli

Stimolazione “closed loop” per il trattamento della sincope cardioinibitoria

Un gruppo di ricerca italiano ha messo a confronto gli effetti di una stimolazione CLS  e di una DDD, in termini di variazioni emodinamiche e di occorrenza della sincope indotta tramite tilt test, su un campione di pazienti affetti da sincope vasovagale cardioinibitoria.

Leggi

Sincope neuromediata e impianto di pacemaker

Una meta-analisi pubblicata su Europace ha valutato il beneficio dell’impianto del pacemaker in pazienti con sincope neuromediata e asistolia documentata mediante loop recorder.

Leggi

L’utilizzo dei loop recorder impiantabili nella pratica clinica

Sul Journal of Arrhythmia una revisione relativa al ruolo del looprecorder impiantabile nella pratica clinica, dall'utilizzo nell'ambito della perdita transitoria dello stato di coscienza fino all'impiego in contesti di ricerca.

Leggi