Notizie e commenti

Cinque nuove associazioni di pazienti insieme ad AIAC

AIAC con noi

AIDMED onlus, Associazione Giuseppe Dossetti, Cittadinanzattiva, ConaCuore e Fondazione Giorgio Castelli fanno il loro ingresso nella grande famiglia di AIAC con NOI, la task force dell’AIAC impegnata a lavorare in sinergia con le associazioni di pazienti del nostro paese.

AIDMED onlus è un’organizzazione sociale senza scopo di lucro, nata con ha lo scopo di coinvolgere tutte le persone affette da distrofia muscolare di Emery-Dreifuss e le loro famiglie, costruendo una rete di solidarietà e di sostegno, e di raccogliere fondi da destinare a progetti di ricerca. L’Associazione culturale Giuseppe Dossetti invece opera concretamente perché i cittadini possano sentirsi vicini alle istituzioni e realizza tutte le sue attività con l’obiettivo di tutelare – in modo concreto – i diritti dei cittadini, non da ultimo il diritto alla salute. Sempre diritti si occupa Cittadinanzattiva onlus  che opera in Italia e in Europa dal 1998 per la promozione e la tutela dei diritti dei cittadini in vari ambiti: salute, consumatori, scuola, giustizia e cittadinanza d’Europa; la sua parola d’ordine è “perché non accada ad altri”. Le ultime due new entry nella task force dell’AIAC sono Conacuore, un’organizzazione onlus che riunisce oltre centotrenta associazioni di volontariato impegnate nella lotta alle malattie cardiovascolari, la cui missione è portare la prevenzione e l’educazione alla salute nel territorio, e la Fondazione Giorgio Castelli nata nel ricordo di Giorgio, giovane calciatore dilettante morto per arresto cardiaco durante un allenamento, che per le sue attività è considerata punto di riferimento per la lotta alla morte cardiaca improvvisa.

Le nuove adesioni alla task force AIAC con NOI – che si aggiungono a Senior Italia Federanziani, APDIC onlus e A.L.I.Ce Italia onlus per la lotta all’ictus cerebrale confermano l’importanza di una collaborazione e di un dialogo aperto tra chi si occupa della ricerca e dei percorsi di cura e i destinatari ultimi di quei processi decisionali che devono rispondere ai bisogni di salute, cioè i pazienti e i cittadini.

Ultimi articoli

Sport e cardiologia: il caso Astori

Il secondo degli approfondimenti del Prof. Francesco Furlanello, scritti in qualità di esperto di cardioaritmologia sportiva, su eventi di cronaca a cavallo tra il mondo dello sport e quello della cardiologia.

Leggi

AIAC e Federanziani insieme per il riconoscimento precoce della FA

Da Senior Italia FederAnziani e AIAC il Manifesto della prevenzione della fibrillazione atriale nei soggetti over 60, con indicazioni utili per i cittadini, gli operatori sanitari e le istituzioni.

Leggi

Cardiomiopatia ipertrofica, un ICD altera la qualità della vita?

In pazienti con cardiomiopatia ipertrofica, l'erogazione di shock da parte di defibrillatori impiantabili non si associa a una riduzione a lungo termine della qualità della vita o a un rischio maggiore di scompenso cardiaco.

Leggi