Notizie e commenti

Prevenzione cardio-cerebrovascolare, AIAC interlocutore del Ministero

ministero della salute

AIAC interlocutore del Ministero della Salute nella definizione di  programmi di prevenzione cardiovascolare e cerebrovascolare.

Si è costituita al Ministero della Salute l’alleanza nazionale per le malattie cardio-cerebrovascolari, articolata in due gruppi di lavoro, il gruppo di lavoro sulle malattie cerebrovascolari e il gruppo di lavoro sulle malattie cardiovascolari. AIAC è stata chiamata a far parte di entrambi i gruppi per portare il contributo di competenze specifiche nella elaborazione di documenti e di materiale informativo rivolto alla popolazione generale per una strategia di prevenzione nelle varie fasi della vita. L’obiettivo di entrambi i gruppi di lavoro è infatti quello di elaborare un Documento informativo sulla prevenzione delle malattie cardio-cerebrovascolari lungo il corso della vita”. La diffusione al grande pubblico avverrà attraverso strumenti idonei a essere recepiti dalle varie fasce di età e stato sociale, variando dalla brochure, a messaggi web, all’uso dei social.

La prima riunione di lavoro di entrambi i gruppi si è tenuta a Roma nella sede del Ministero della Salute nei giorni 6 giugno e 12 giugno 2018 rispettivamente. Ha partecipato il presidente AIAC che ha sensibilizzato i gruppi di lavoro sulle problematiche specifiche a cui è attenta l’associazione, quali ad esempio l’identificazione dei soggetti a rischio di fibrillazione atriale o con fibrillazione atriale asintomatica in una strategia di prevenzione dell’ictus trombo-embolico, l’identificazione dei soggetti giovani e meno giovani con malattie genetiche aritmogene a rischio di morte improvvisa, in particolare nel mondo della scuola e dello sport, la promozione di stili di vita sana e di programmi di screening nell’adulto e nell’anziano ad alto rischio o con patologia strutturale misconosciuta per la prevenzione di eventi cardiovascolari gravi e della morte improvvisa.

Ultimi articoli

I primi passi del defibrillatore automatico impiantabile

Questo mese leggiamo insieme lo storico articolo di Michel Mirowski sulle prime esperienze con il defibrillatore automatico impiantabile, pubblicato nel 1985 su Journal of the American College of Cardiology. Un articolo di Achille Giardina.

Leggi

Fibrillazione atriale parosisstica, CRT e rischio di scompenso

I pazienti che presentano episodi intermittenti di fibrillazione atriale potrebbero beneficiare da una terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT)? Lo studio su JACC: Clinical Electrophysiology.

Leggi

Può il CHA2DS2-VASc score predire le aritmie atriali?

Lo score è in grado di predire l’insorgenza di fibrillazione atriale di nuova diagnosi in una coorte di pazienti portatori di dispositivi cardiaci impiantabili? Lo studio di Rovaris e colleghi pubblicato su Heart Rhyrthm.

Leggi