Notizie e commenti

La prima registrazione dei potenziali del fascio di His nell’uomo

Questo mese leggiamo insieme “Catheter Technique for Recording His Bundle Activity in Man” di Benjamin J Scherlag e colleghi (*). In questo articolo viene descritta per la prima volta la tecnica di registrazione dei potenziali del fascio di His nell’uomo, tecnica che apre le porte alla comprensione della fisiopatologia, del significato clinico e della prognosi dei disturbi di conduzione cardiaca. Nasce l’elettrofisiologia clinica moderna. Le caratteristiche fisiologiche del tessuto di conduzione, la conduzione decrementale, la risposta al pacing atriale e alle manovre di stimolazione vagale, le caratteristiche della conduzione intraventricolare sono sintetizzate magistralmente in poche pagine, dedotte da soli nove casi studiati.

Clicca sull’immagine per accedere all’articolo originale 

*Benjamin J Scherlag, Sun H Lau, Richard H Helfant, Walter D Berkowitz, Emanuel Stein and Anthony N Damato. Catheter Technique for Recording His Bundle Activity in Man. Circulation 1969; 39: 13 – 18.

Ultimi articoli

I primi passi del defibrillatore automatico impiantabile

Questo mese leggiamo insieme lo storico articolo di Michel Mirowski sulle prime esperienze con il defibrillatore automatico impiantabile, pubblicato nel 1985 su Journal of the American College of Cardiology. Un articolo di Achille Giardina.

Leggi

Fibrillazione atriale parosisstica, CRT e rischio di scompenso

I pazienti che presentano episodi intermittenti di fibrillazione atriale potrebbero beneficiare da una terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT)? Lo studio su JACC: Clinical Electrophysiology.

Leggi

Può il CHA2DS2-VASc score predire le aritmie atriali?

Lo score è in grado di predire l’insorgenza di fibrillazione atriale di nuova diagnosi in una coorte di pazienti portatori di dispositivi cardiaci impiantabili? Lo studio di Rovaris e colleghi pubblicato su Heart Rhyrthm.

Leggi