Notizie e commenti

Tachicardia a complessi larghi in paziente con anomalia di Ebstein

A cura di Laura Cipolletta, SOD Clinica di Cardiologia e Aritmologia, Ospedali Riuniti di Ancona 

La paziente è una ragazza di 16 anni con anamnesi di malattia di Ebstein trattata chirurgicamente con pregressi episodi di tachicardia atriale 2:1. Il tracciato in esame è stato registrato in Pronto Soccorso dove si era recata per cardiopalmo e iniziali segni di compromissione emodinamica.

L’ECG mostra una tachicardia con frequenza cardiaca di 150/min a complessi larghi (circa 140 ms).In D2 è visibile un’onda P che appare dissociata dal QRS.

L’asse è superiore e la morfologia a blocco di branca sinistro con concordanza negativa nelle precordiali. Secondo i criteri di Brugada:

  • È presente una concordanza negativa nelle precordiali.
  • L’intervallo R-S è > di 100 ms in almeno una derivazione precordiale.
  • È visibile una dissociazione AV.
  • Presenza di un aspetto QS in V6 con la durata dell’intervallo tra l’inizio del QRS al picco del QS > di 60 ms.
    Si può pertanto diagnosticare una tachicardia ventricolare.

Di seguito la derivazione D2 in ritmo sinusale dopo cardioversione elettrica.

La risonanza cardiaca mostrava un ventricolo destro severamente dilatato con pareti marcatamente assottigliate ed aneurismatiche.

La paziente ha eseguito un impianto di S-ICD con il catetere posizionato in parasternale destra data la marcata dilatazione del ventricolo destro.

Bibliografia
– Oreto G, Luzza F, Satullo G, et al. Tachicardia a QRS larghi: un problema antico e nuovo. Giornale Italiano di Cardiologia 2009; 10: 581 – 595.
– Cipolletta L, Luzi M, Piangerelli L, et al. Entirely Subcutaneous Implantable Defibrillator Safest Option in a Young Girl With Ventricular Tachycardia and Ebstein Anomaly. Circulation: Arrhythmia & Electrophysiology 2014; 7: 358 – 359.
– De Ponti R, Bagliani G, Padeletti L, et al. General Approach to a Wide QRS Complex. Cardiac Electrophysiology Clinics 2017;9: 461 – 485.

Ultimi articoli

Bioetica e device impiantabili. Un’area AIAC dedicata

La presentazione dell'Area di Bioetica di AIAC, nata con l'obiettivo di chiarire le tematiche - dal rapporto medico/paziente all'equità nell'accesso alle cure - relative ai problemi morali inerenti l’assistenza sanitaria, la ricerca biomedica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario.

Leggi

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

L’AIAC ha avviato un progetto finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche. Si richiede quindi ai centri aritmologici italiani la disponibilità ad accogliere giovani cardiologi per degli stage di perfezionamento.

Leggi

Sistema nervoso simpatico e ARVC: quando al cuor….si comanda.

Il sistema nervoso simpatico cardiaco è coinvolto nella patogenesi della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. Un elemento che suggerisce un potenziale ruolo della neuro-modulazione in ambito terapeutico.

Leggi