Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

L’evoluzione delle indicazioni all’impianto di un defibrillatore sottocutaneo

Antonio d’Onofrio, responsabile dell’UOSD di Elettrofisiologia, Studio e Terapia delle Aritmie dell’Ospedale Monaldi di Napoli, spiega come sono cambiate nel tempo le indicazioni all’impianto di un defibrillatore sottocutaneo, arrivando a coprire circa il 70% dei pazienti candidati all’impianto di un defibrillatore.

Vedi anche:
Le linee guida AHA, ACC e HRS su aritmie ventricolari e MCI
Impianto di S-ICD. Dalle linee guida alla pratica clinica

Ultimi articoli

Bioetica e device impiantabili. Un’area AIAC dedicata

La presentazione dell'Area di Bioetica di AIAC, nata con l'obiettivo di chiarire le tematiche - dal rapporto medico/paziente all'equità nell'accesso alle cure - relative ai problemi morali inerenti l’assistenza sanitaria, la ricerca biomedica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario.

Leggi

Nasce il progetto AIAC ACADEMY

L’AIAC ha avviato un progetto finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani nelle metodiche interventistiche. Si richiede quindi ai centri aritmologici italiani la disponibilità ad accogliere giovani cardiologi per degli stage di perfezionamento.

Leggi

Sistema nervoso simpatico e ARVC: quando al cuor….si comanda.

Il sistema nervoso simpatico cardiaco è coinvolto nella patogenesi della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. Un elemento che suggerisce un potenziale ruolo della neuro-modulazione in ambito terapeutico.

Leggi