#algoritmi di stimolazione

Dallo studio Minerva al progetto Minerva Adoption

Lo studio Minerva è il primo a dimostrare che pacemaker - dotati di algoritmi avanzati di stimolazione - rallentano l'evoluzione della fibrillazione atriale. In un'intervista doppia, Luigi Padeletti e Giuseppe Boriani illustrano le importanti ricadute dell'uso dei Reactive ATP e gli obiettivi del neonato Progetto Minerva Adoption. Intervista a Luigi Padeletti, AOU Careggi, Università degli studi di Firenze, Past president AIAC, Giuseppe Boriani, Policlinico S. Orsola-Malpighi e Università di Bologna, Presidente eletto AIAC. 

Leggi

Quale ICD dura di più?

Defibrillatori e longevità: una sana e continua competizione a favore del paziente. Articolo di Matteo Ziacchi del Policlinico S. Orsola Malpighi di Bologna. L’innovazione tecnologica e la ricerca finalizzata al miglioramento della longevità dei dispositivi cardiaci impiantabili rappresentano uno degli argomenti di maggiore interesse da parte delle aziende produttrici e sono oggetto di dibattito da molti anni in ambito elettrofisiologico. Una campagna pubblicitaria di batterie stilo degli anni ‘90 di particolare successo recitava così: “D…. dura di più!”. La domanda infatti a cui tutti vogliono una risposta è: quale dispositivo dura di più? La questione è tutt’altro che semplice.

Leggi

Lo studio MINERVA per una best practice

Intervista video a Luigi Padeletti, Presidente AIAC, Direttore Aritmologia, AOU Careggi, Università degli studi di Firenze. Come è noto, la fibrillazione atriale (FA) è una comorbidità frequente e importante nei pazienti portatori di pacemaker. In passato è stato dimostrato il ruolo chiave della stimolazione del pacing ventricolare destro nello sviluppo di FA.

Leggi

Ultimi articoli

Corso per infermieri e tecnici, online il nuovo modulo

Online il nuovo modulo del Corso per infermieri e tecnici di cardiologia. Argomento: gli algoritmi di stimolazione utilizzati più di frequente nella pratica clinica.

Leggi

Ablazione della FA, attività delle vene polmonari non predice gli outcome

Uno studio pubblicato su Heart Rhythm ha indagato la relazione tra attività delle vene polmonari e il tasso di successo delle procedure di ablazione transcatetere in pazienti affetti da fibrillazione atriale persistente.

Leggi

Per una programmazione…RESPONSIBLE!

L’impatto della stimolazione rate responsive sulla capacità di esercizio di pazienti con FA permanente sottoposti ad ablazione nel nodo AV e con una frequenza ventricolare non controllata nonostante terapia medica.

Leggi