#rischio tromboembolico

I nuovi anticoagulanti orali in chirurgia

Intervista a Emanuele Bertaglia, Clinica Cardiologica, Azienda Ospedaliera di Padova. Come raccomandato dalle linee-guida, nelle gestione peri-procedurale dei pazienti in terapia anticoagulanti orali è prioritario stabilire il livello di urgenza della manovra e soppesare attentamente il rischio emorragico e quello tromboembolico, per valutare sulla base di questi se si rende necessaria la sospensione della terapia anticoagulante e il bridging con terapia sostitutiva. I nuovi anticoagulanti orali presentano dei vantaggi come è stato al XIII Congresso AIAC all'interno di una sessione moderata da Emanuele Bertaglia sulla gestione chirurgica del paziente aritmico.

Leggi

Ultimi articoli

Innovazione tecnologica in aritmologia

Intervistato in occasione del XVI Congresso Nazionale dell'AIAC, Massimo Zoni Berisso, cardiologo della Divisione di Cardiologia dell'Ospedale Padre Antero Micone di Genova, descrive le innovazioni tecnologiche più importanti nell'ambito delle ablazioni transcatetere.

Leggi

Protetto: Quanto costano (davvero) le estrazioni degli elettrocateteri transvenosi?

Non è disponibile alcun riassunto in quanto si tratta di un articolo protetto.

Leggi

Energia atomica per il cuore

La progettazione e l’impiego clinico di pacemaker con pile atomiche è stato un tassello importante dell’evoluzione tecnologica che ha portato allo sviluppo delle batterie contenute nei moderni device. Ripercorriamo insieme la storia dei pacemaker atomici.

Leggi