AIDMED onlus

AIDMED onlus, un’organizzazione sociale senza scopo di lucro, ha lo scopo di coinvolgere tutte le persone affette da distrofia muscolare di Emery-Dreifuss (EDMD) e le loro famiglie, costruendo una rete di solidarietà e di sostegno.

Essendo EDMD una malattia rara, non è facile per i pazienti condividere la loro esperienza. Con l’aiuto di AIDMED Onlus, i pazienti vengono aiutati a ottenere maggiori informazioni, condividere le loro preoccupazioni e essere informati sui migliori ospedali di eccellenza e medici specialisti. Rilevanza fondamentale visto il severo coinvolgimento del muscolo cardiaco è l’indirizzo in centri cardiologici ove vi sia uno specialista che conosca bene le laminopatie e in particolare l’EDMD.

A noi si rivolgono anche pazienti affetti da altre patologie muscolari che hanno bisogno di informazioni, in tutti i casi si cerca di dare un’adeguata risposta.

Altro nostro prioritario obiettivo è quello di raccogliere fondi da destinare a progetti di ricerca, per fare questo si organizzano diverse iniziative. AIDMED onlus collabora con il Network Italiano Laminopatie, gruppo composto da ricercatori e clinici di varie specializzazioni. Negli ultimi due anni non solo sono coinvolti pazienti italiani e le loro famiglie, ma attraverso i social network e il sito web si sono attivati contatti a livello internazionale.

Il Presidente
Claudio Franchi

I nostri contatti
www.aidmed.org
e-mail: associazione.edmd@libero.it
tel. 059 305491 | cell. 347 2121314
Facebook: @AIDMEDonlus

Ultimi articoli

Ablazione della fibrillazione atriale, prima è meglio

Un gruppo di ricerca belga ha analizzato i dati relativi a 1000 pazienti sottoposti ad ablazione della fibrillazione atriale per indagare gli outcome associati ai diversi intervalli di tempo tra diagnosi e procedura.

Leggi

Un sensore indossabile per la gestione della fibrillazione atriale

Uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology ha valutato l’accuratezza di Kardia Band, un cinturino compatibile con Apple Watch, nell’individuare episodi di fibrillazione atriale.

Leggi

Ablazioni transcatetere, lesioni più brevi e con potenza maggiore?

Un gruppo di ricerca dell’Harvard Medical School di Boston ha valutato – su modelli animali – l’efficacia e la sicurezza associate a procedure di ablazione a radiofrequenza caratterizzate da potenza elevata e durata ridotta (HP-SD).

Leggi