Intervista a Maurizio Del Greco, Direttore UO Cardiologia, Ospedale di Rovereto (Trento).

I tempi di fluoroscopia sono notevolmente ridotti nei pazienti che hanno un impianto con i sistemi di navigazione. Ma la dose di millisievert finale ha un impatto così importante per il rischio stocastico radiologico di questi pazienti?

Due nuove associazioni di cittadini e pazienti entrano nella famiglia AIAC con NOI. Si tratta di Cittadinanzattiva onlus che opera in Italia e in Europa dal 1998 per la promozione e la tutela dei diritti dei cittadini in vari ambiti: salute, consumatori, scuola, giustizia e cittadinanza d’Europa; la parola d’ordine di Cittadinanzattiva è “perché non accada ad altri”. La seconda new entry è AIDMED onlus, un’organizzazione sociale senza scopo di lucro nata con ha lo scopo di coinvolgere tutte le persone affette da distrofia muscolare di Emery-Dreifuss e le loro famiglie, costruendo una rete di solidarietà e di sostegno, e di raccogliere fondi da destinare a progetti di ricerca.

Dall’esperienza di 11 centri italiani le evidenze che l’utilizzo di un sistema di mappaggio per l’impianto di device per CRT è fattibile, sicuro ed efficace senza prolungare i tempi procedurali o ridurre la percentuale di successi.  Journal of Cardiovascular Electrophysiology i risultati di uno studio multicentrico di Maurizio Del Greco e colleghi italiani. 

Carissimo/ma,

dal 23 al 25 marzo a Bologna si terrà il XIV Congresso nazionale AIAC e, come già avvenuto nelle precedenti edizioni, si terrà l’esame per la “Certificazione di Competence in Aritmologia ed Elettrostimolazione Cardiaca per Infermieri, Tecnici di Cardiologia ed Ingegneri Biomedicali”. L’esame si svolgerà il giorno 25 marzo e avrà la durata di 6 ore, in due tranche (dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16).

Nella neonata Task force AIAC con NOI fa il suo ingresso A.L.I.Ce Italia onlus per la lotta all’ictus cerebrale. Nata nel 1997 la federazione conta un’ottantina di associazioni di volontariato regionali o provinciali diffuse su tutto il territorio nazionale, formate da persone colpite da ictus e loro familiari, neurologi e medici esperti nella diagnosi e nel trattamento dell’ictus, medici di famiglia, fisiatri, personale socio-sanitario addetto all’assistenza e alla riabilitazione e volontari.

Una fotografia attendibile su come, nella pratica clinica attuale, viene adottata la nuova possibilità terapeutica dell’ICD sottocutaneo (S-ICD) rispetto ai dispositivi tradizionali è stata ottenuta con la survey nazionale S-ICD System: why not?. I risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Europace.

La St. Jude Medical comunica il suo ingresso in Abbott: un nuovo inizio per vincere nuove sfide.

È l’inizio di un viaggio comune per scrivere un nuovo e importante capitolo nel settore dei dispositivi medici.

Le due aziende, sfruttando i propri punti di forza, si prefiggono l’obiettivo di portare innovazione in ogni fase della vita delle persone, con particolare attenzione all’ambito cardiovascolare, a quello del diabete, della neuromodulazione, della diagnostica e della nutrizione.

Ai soci AIAC che non hanno ancora provveduto, si ricorda di rinnovare al più presto il pagamento della quota associativa AIAC per l’anno 2017.

La quota AIAC annua è di € 50,00 da versare entro il 28 febbraio 2017.

Si comunica inoltre, a chi fosse interessato, che è possibile versare la quota congiunta AIAC-EHRA entro e non oltre il 15 febbraio 2017.

Cara Collega, caro Collega,

ti scrivo a nome dei membri dell’Area Accreditamento per informarti che quest’anno a Bologna non terremo il consueto esame di accreditamento per medici, né in cardiac pacing né in elettrofisiologia.

Come responsabile della parte relativa all’accreditamento in cardiac pacing prima e come chairman dell’Area Accreditamento da quest’anno, credo che dobbiamo preparare un esame più aderente all’aritmologia interventistica attuale.

Le più recenti evidenze sulla patofisiologia, patologia, genetica nonché epidemiologia della cardiomiopatia aritmogena ventricolare destra – la principale causa di arresto cardiaco aritmico nei giovani e negli atleti – vengono presentate in un recente review article del New England Journal of Medicine. L’articolo è a firma di Domenico Corrado dell’Università di Padova, Mark Link del Southwestern Medical Center della University of Texas e Hugh Calckins della Johns Hopkins University.

Pagina 1 di 5312345...102030...Ultima »

Sondaggi AIAC

Survey monitoraggio remoto

risultati sondaggio S-ICD system

Strumenti

Associazioni di farmaci con i nuovi anticoagulanti orali

AIAC community

Attività di ricerca