Dati real life, pubblicati su Clinical Cardiology, mostrano evidenze consistenti in termini di sicurezza, nell’utilizzo in monosomministrazione giornaliera di rivaroxaban. Questi risultati si aggiungono a quelli del rigoroso programma di sorveglianza post-marketing sulla sicurezza di rivaroxaban nella pratica clinica.

All’Università di Berna è stato progettato il primo pacemaker senza batteria alimentato da celle fotovoltaiche che convertono la luce solare transcutanea in energia elettrica. La rivista Heart Rhythm presenta i primi traguardi traguardi.

Il Giornale Italiano di Cardiologia dedica un approfondimento sui nuovi anticoagulanti orali nella pratica clinica cardiologica: perché e come scegliere?

L’esercizio aerobico moderato nei pazienti portatori di defibrillatore cardioverter impiantabile è sicuro e migliora significativamente la performance cardiaca, senza causare shock o ospedalizzazioni. Nuove rassicurazioni vengono da un trial randomizzato pubblicato in anteprima online dalla rivista Circulation.

Uno studio italiano, pubblicato recentemente su Europace , illustra il ruolo dello studio elettrofisiologico endocavitario e dell’ablazione nei pazienti – non solo pediatrici – con preeccitazione ventricolare asintomatica persistente al test ergometrico, evidenziando in particolare l’importanza di una corretta stratificazione del rischio e del follow up a lungo termine.

Gli Annals of Noninvasive Electrocardiology pubblicano una nuova analisi dei dati di MADIT-CRT sull’origine delle extrasistoli ventricolari in pazienti che ricevono una terapia di resincronizzazione.

Circa un milione in più di pazienti con fibrillazione atriale potrebbero essere eleggibili per la terapia anticoagulante orale secondo le nuove linee guida statunitensi sulla fribrillazione atriale. Le stime sul JAMA Internal of Medicine.

Eventi cardiaci potenzialmente pericolosi durante l’attività sessuale del paziente con CPVT sono rarissimi e ancora meno rari nei pazienti con QT lungo. Nuove conferme per rassicurare i propri pazienti vengono da un ampio studio di coorte sul Journal of Cardiovascular Electrophosiology.

I pazienti con fibrillazione atriale che soffrono di ansia o disturbi del comportamento sono più inclini a sovrastimare gli episodi aritmici anomali. I pazienti donna e quelli più anziani a sottostimarli. I risultati di uno studio prospettico pubblicato su Heart Rhythm.

Sicurezza e riduzione delle dosi di radiazioni ionizzanti, a cui sono esposti pazienti e operatori, con il nuovo software CARTO-UNIVU nell’ablazione di diverse forme di aritmie cardiache. L’esperienza di un singolo centro sulla rivista Europace.

Pagina 10 di 21« Prima...89101112...20...Ultima »

Sondaggi AIAC

Survey AIAC Survey AIAC

Strumenti

Associazioni di farmaci con i nuovi anticoagulanti orali

AIAC community

Attività di ricerca