Calendar

L’ablazione con radiofrequenza dell’antro delle vene polmonari (PVI) è un trattamento efficace nei pazienti affetti da fibrillazione atriale parossistica (PAF) e persistente (NPAF).

Hospitalized 200x200

La sindrome del QT lungo acquisita (ALQTS) nei pazienti ricoverati si associa a un tasso di mortalità per tutte le cause più elevato. È questo il risultato principale di uno studio realizzato presso il First Affiliated Hospital della Dalian Medical University (Liaoning, Cina) e pubblicato recentemente sulla rivista Heart Rhythm.

PVI

È noto come la procedura di isolamento delle vene polmonari (PVI) sia un trattamento consolidato nel trattamento della fibrillazione atriale parossistica. Come riportato in letteratura, il solo utilizzo della medesima metodica nella fibrillazione atriale persistente, presenta invece un basso tasso di successo.

Heart Rate Monitor

La frazione d’eiezione ventricolare sinistra (FE) rappresenta il cardine dei criteri utilizzati per selezionare i pazienti candidabili a impianto di defibrillatore cardiaco impiantabile (ICD) nella prevenzione primaria della morte cardiaca improvvisa. In associazione alla terapia medica ottimale, è noto come l’impianto di ICD migliori la sopravvivenza dei pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione inferiore o uguale al 35%.

Nei mesi successivi un accesso al pronto soccorso per un episodio di flutter o fibrillazione atriale (FA) le donne hanno una probabilità maggiore di andare incontro a morte. È questo il risultato più rilevante di uno studio, realizzato dall’University of Alberta e pubblicato sulla rivista Canadian Journal of Cardiology, che ha analizzato le differenze di genere che si verificano in termini prognostici dopo le dimissioni dal pronto soccorso.

Un sensore della frequenza cardiaca di Apple Watch, accoppiato a un algoritmo basato sull’intelligenza artificiale, è in grado di riconoscere le anomalie del ritmo tipiche della fibrillazione atriale. Il tutto con un’accuratezza del 97%. Lo ha dimostrato uno studio presentato all’Heart Rhythm’s 38th Annual Scientific Sessions.

Il defibrillatore cardioverter esterno indossabile è sicuro ed efficace per il trattamento delle aritmie ventricolari dei pazienti pediatrici a rischio di morte improvvisa. Le prove vengono da uno studio presentato al meeting della Heart Rhythm Society che si è tenuto a Chicago. Si tratta del più ampio studio che ha valutato questa opzione terapeutica in una popolazione pediatrica.

Al congresso di Chicago la Heart Rhythm Society (HRS) ha presentato il nuovo documento di consenso sull’ablazione transcatetere o chirurgica della fibrillazione atriale (FA). Il documento è stato elaborato dall’HRS in partnership con quanto società scientifica: l’European Heart Rhythm Association (EHRA), l’European Cardiac Arrhythmia Society (ECAS), l’Asia Pacific Heart Rhythm Society (APHRS) e la Sociedad Latinoamericana de Estimulación Cardíaca y Electrofisiología (SOLAECE). Il documento – giunto alla terza edizione –  riassume lo stato dell’arte delle indicazioni, delle tecniche e degli outcome delle due differenti procedure ablative che vengono ormai eseguite nella maggior parte degli ospedali di tutto il mondo.

Cost effectiveness e clinical effectiveness di programmi finalizzati alla riduzione del peso e alla gestione dei fattori di rischio del paziente con fibrillazione atriale: il JACC: Clinical electrophysiology pubblica i risultati dello studio CENT del Centre for Heart Rhythm Disorders dell’Università di Adelaide.

Il ruolo dell’ICD per la prevenzione primaria della morte cardiaca improvvisa in pazienti con disfunzione ventricolare sinistra di eziologia non ischemica è rimasto a lungo controverso. I primi trial a valutare l’efficacia della terapia con ICD in questi pazienti e il recente trial Danish non hanno dato risultati soddisfacenti riguardo alla riduzione della mortalità per qualsiasi causa. Una metanalisi, recentemente pubblicata sulla rivista JAMA Cardiology, ha valutato l’efficacia dell’impianto di ICD per la prevenzione primaria della morte cardiaca improvvisa in una popolazione di pazienti con cardiomiopatia di eziologia non ischemica.

Pagina 2 di 2112345...1020...Ultima »

Sondaggi AIAC

Survey AIAC Survey AIAC

Strumenti

Associazioni di farmaci con i nuovi anticoagulanti orali

AIAC community

Attività di ricerca