La morfologia dell’auricola sinistra può influenzare il rischio di eventi cardioembolici in pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare. Una recente metanalisi, pubblicata su Heart Rhythm, ha valutato il rischio di stroke/TIA associato ad ognuna delle quattro morfologie principali di auricola sinistra: cactus, windsock, cauliflower e chicken wing.

La richiesta di dispositivi cardiaci impiantabili (Cardiac Implantable Electronic Device, CIED) sta notevolmente crescendo nel mondo, tuttavia il costo rimane una delle principali barriere soprattutto nei paesi con reddito basso ed intermedio. La possibilità del recupero post mortem di CIED e il loro ri-utilizzo nei paesi meno abbienti è stato ampiamente dimostrato. Studi recenti hanno indicato, tuttavia, che solo il 17-30% dei dispositivi espiantati rispondeva alle caratteristiche per un potenziale ri-utilizzo. Recentemente, è stato pubblicato su Heart Rhythm uno studio (1) che ha valutato la possibilità di incrementare la selezione di CIED riutilizzabili, mediante l’applicazione di un protocollo specifico e sistematico.

La ripolarizzazione precoce è un pattern elettrocardiografico di comune riscontro, la cui prevalenza è significativamente maggiore fra i pazienti sopravvissuti ad arresto cardiaco. Uno studio recente, pubblicato sulla rivista Circulation: Arrhythmia and Electrophisiology, valuta la prevalenza e le caratteristiche fenotipiche di tale pattern nei familiari di pazienti deceduti per morte cardiaca improvvisa su base aritmica.

Lo studio BRIDGE pubblicato sul NEJM entra nel merito della delicata gestione perioperatoria nei pazienti affetti da fibrillazione atriale in terapia anticoagulante orale: la strategia no bridging è paragonabile alla terapia ponte in termini di prevenzione di eventi tromboembolici, ma si traduce in un maggiore riduzione del rischio di sanguinamenti maggiori.

Dai dati clinici dello studio SIMPLE nuove evidenze sui fattori predisponenti la formazione dell’ematoma della tasca clinicamente signitifcativo dopo impianto di un dispositivo cardiaco. I risultati sulle rivista Europace.

A settembre si terrà il Congresso nazionale Luci e Ombre in Aritmologia, annuale appuntamento pisano in ambito aritmologico.

Visto l’interesse riscontrato dalla presentazione di casi clinici, il Comitato scientifico del Congresso ha ritenuto di inserire in programma sei presentazioni da affidare a giovani cardiologi che parteciperanno all’assegnazione del “Award Vera Srebot 2016 a Luci e Ombre in Aritmologia”.

Gli algoritmi automatici per la gestione della stimolazione atriale e ventricolare possono migliorare la longevità dei dispositivi cardiaci impiantabili e la gestione del paziente portatore di pacemaker, riducendo il numero di controlli elettronici e di procedure di sostituzione del generatore. Uno studio recente di Mauro Biffi e collaboratori ha valutato la sicurezza, l’efficacia e l’impatto sulla longevità del dispositivo dei nuovi algoritmi ACC e VCC di Biotronik.

I principali trial clinici randomizzati sulla chiusura percutanea dell’auricola sinistra mediante dispositivo Watchman hanno riportato risultati contrastanti riguardo i profili di sicurezza ed efficacia di tale dispositivo per la prevenzione degli eventi tromboembolici in pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare. Uno studio recente, pubblicato sulla rivista Circulation: Arrhythmia and Electrophysiology, ha valutato il rapporto costo efficacia di questa strategia terapeutica nel contesto sanitario americano.

Il collega Maurizio Landolina è il nuovo Direttore editoriale dell’AIAC succedendo a Maurizio Lunati dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano che per vari anni ha guidato con dedizione e professionalità le attività editoriali della nostra Associazione, svolgendo il ruolo di membro del’Editorial Board sia del Giornale Italiano di Cardiologia sia del Journal of Cardiovascular Medicine.

In occasione del recente Congresso Cardiostim 2016 tenutosi a Nizza sono stati presentati dei lavori che hanno dimostrato evidenze cliniche assolutamente positive in merito al pacemaker leadless St. Jude Medical NanostimTM (LCP). Sono infatti stati illustrati 3 abstract, rispettivamente sul follow-up, sulla qualità di vita e sulla possibilità di espianto dell’LCP in cronico.

Pagina 10 di 42« Prima...89101112...203040...Ultima »

Sondaggi AIAC

Survey AIAC Survey AIAC

Strumenti

Associazioni di farmaci con i nuovi anticoagulanti orali

AIAC community

Attività di ricerca