Consenso informato

 

Sono qui disponibili i modelli di consenso informato prodotti dall’AIAC per fornire al paziente informazioni chiare e adeguate e per garantire ai medici la necessaria serenità nel fornire le cure. Inoltre, questi modelli hanno il valore di uniformare le procedure di consenso in tutti i Centri aritmologici italiani.

Sono due le peculiarità principali della versione definitiva dei documenti:

  1. la presenza di un allegato, specificamente preparato dal medico legale, che dovrebbe essere usato nel caso in cui il paziente da sottoporre a procedura sia minorenne o interdetto,
  2. la suddivisione del consenso in due parti distinte e separate, che corrispondono a due momenti diversi del processo di informazione del paziente.

Una prima parte è dedicata a ragguagliare il paziente in merito alla sua patologia, alla procedura proposta per affrontare tale condizione, non nascondendo i rischi connessi e quelli legati alla non effettuazione della procedura stessa; tale parte precede necessariamente, sia nell’ordine logico che nei modelli predisposti, quella in cui il paziente esprime il suo vero e proprio consenso a sottoporsi alla procedura.

La prima parte, quindi, deve essere assolutamente comprensibile, attuale, sufficientemente dettagliata e deve essere letta con ragionevole anticipo dal paziente, il quale, solo successivamente, potrà esprimere un consenso realmente libero ed “informato”, esente da ogni condizionamento e da ogni dubbio.

I moduli

Ultimi articoli

Storm aritmico e blocco percutaneo del ganglio stellato

Intervistato in occasione del XVI Congresso dell'AIAC, Enrico Baldi - cardiologo della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia - ha descritto il suo studio che gli è valso il Premio Giuseppe Maccabelli. 

Leggi

Verso una terapia di resincronizzazione con QRS “quasi-normale”

Intervistato in occasione del XVI Congresso nazionale dell'AIAC, Giovanni Coluccia - cardiologo dell'Ospedale del Tigullio di Lavagna (Genova) - ha descritto lo studio che gli è valso il premio "Le idee di Luigi Padeletti".

Leggi

La diagnosi differenziale delle tachicardie a QRS largo

Ritorna la rubrica "ECG del mese". Da oggi saranno pubblicati ogni mese dei tracciati ECG “difficili” senza la loro soluzione e aperti ai commenti e alle interpretazioni degli utenti. La soluzione ragionata di ogni tracciato sarà pubblicata dopo due settimane.

Leggi