I premiati del Congresso Nazionale AIAC 2017

AIAC 2017 applausi
Premio Simone Reggiani [Chi era Simone Reggiani]

Assegnato a Pietro Palmisano (Azienda Ospedaliera “Card. Giovanni Panico”, Tricase) per l’abstract intitolato “L’attività fisica quotidiana misurata dai dispositivi impiantabili è un predittore indipendente di fibrillazione atriale e di ospedalizzazioni. Risultati preliminari del registro IMPLANTED”.

Pietro Palmisano (al centro) premiato da Antonio Sammali (a sinistra) e Giuseppe Boriani (a destra).

Premio Andrea Puglisi [Chi era Andrea Puglisi]

Assegnato a Vincenzo Russo (UOC Cardiologia SUN, AORN dei Colli, Ospedale Monaldi, Napoli) per l’elaborato intitolato “Effetti dello shock del defibrillatore sottocutaneo: analisi di biomarcatori di danno miocardico acuto e stress emodinamico”.

Vincenzo Russo (a sinistra) viene premiato da Maria Rita Porfiri (al centro) e da Renato Pietro Ricci (a destra).

Ultimi articoli

Pacemaker bicamerale: un’intramontabile terapia per la maggior parte delle bradiaritmie

Pietro Palmisano e Renato Ricci ripercorrono la storia dei pacemaker bicamerali per il trattamento delle bradiaritmie.

Leggi

Telemedicina, quali indicazioni dalla conferenza Stato-Regioni?

L'intervista a Gabriele Zanotto sul documento relativo alle indicazioni da adottare a livello nazionale per l'erogazione delle prestazioni in telemedicina.

Leggi

Gestione clinica dello storm aritmico: una revisione della letteratura

Una revisione della letteratura sulla gestione clinica dello storm aritmico, a cura dall’Area Ablazione della Tachicardia Ventricolare dell’AIAC.

Leggi