I premiati del Congresso Nazionale AIAC 2018

AIAC 2017 applausi

Premio Simone Reggiani – [Chi era Simone Reggiani]

Assegnato a Giuseppe Arena (Ospedale Apuane, Massa) per l’abstract intitolato “The VALID-CRT risk score reliably predicts outcome after cardiac resynchronization therapy in a real-world population”.

Giuseppe Arena (a sinistra) premiato da (da sinistra a destra) Sandro Gigli (Medstep srl), Antonio Sammali e Giuseppe Boriani.

Premio Andrea Puglisi [Chi era Andrea Puglisi]

Assegnato a Giulia De Zan (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi, Bologna) per l’elaborato intitolato “Cambio di paradigma: intercambiabilità del canale di sensing/pacing nei dispositivi cardiaci impiantabili per minimizzare il rischio di complicanze legate agli elettrocateteri”

Giulia De Zan (al centro) premiata da Renato Pietro Ricci (a sinistra) e da Giuseppe Boriani (a destra).

Premio “Le idee di Luigi Padeletti” [Chi era Luigi Padeletti]

Assegnato a Lina Marcantoni (Ospedale Santa Maria della Misericordia, Rovigo) per l’abstract intitolato “His pacing improves cardiac function on long term follow-up in low ejection fraction patients”.

Lina Marcantoni (a sinistra) premiata da Giuseppe Boriani (al centro) e da Margherita Padeletti (a destra).

 

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi