Eventi

La genetica nella cardiomiopatia dilatativa – Meeting regionale AIAC Trentino Alto-Adige


Data/Ora: 4 Novembre 2022 / 15:30 - 19:30
Indirizzo: Piazza Dante 20 - 38122 Trento Provincia di Trento Trentino-Alto Adige Italia
Sede: Grand Hotel Trento


L’indagine genetica nei pazienti affetti da cardiomiopatia dilatativa dovrebbe essere considerata oggi di routine e non essere invece solo ad appannaggio di centri di ricerca.
La scoperta di mutazioni a carico di geni che codificano per diverse proteine cardiache, ha permesso una migliore interpretazione della fisiopatologia della cardiomiopatia dilatativa ed ha consentito una migliore stratificazione del rischio aritmico in molti casi.
Scopo di questo incontro è quello di approfondire la conoscenza della genetica della cardiomiopatia dilatativa con un esperto di fama internazionale che ha dedicato la sua vita professionale allo studio del codice genetico in ambito cardiovascolare.

Segreteria Scientifica
Direttivo Regionale AIAC Trentino Alto-Adige
Dr. M. Marini – Trento, Dr.ssa S. Quintarelli – Trento, Dr. P. Moggio – Rovereto, Dr. L. Bertagnolli – Bolzano, Dr. M. Erckert – Merano

Per le modalità di partecipazione: scarica il programma.

Ultimi articoli

AIAC saluta il Professor Francesco Furlanello

È venuto a mancare ai suoi cari ed alla Comunità Cardiologica Italiana ed Internazionale il Prof. Francesco Furlanello. L’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione perde una figura carismatica che tanto impulso ha dato alla realizzazione, promozione e divulgazione dell’Aritmologia.

Leggi

Prevenzione del carcinoma alla mammella nelle operatrici: la survey sulla radioprotezione di Donne&Aritmologia

In seguito all’osservazione di casi di carcinoma alla mammella sinistra in operatrici esposte alle radiazioni ionizzanti, il gruppo Donne&Aritmologia ha promosso una survey dedicata che sarà aperta fino al 31 gennaio.

Leggi

Estrazione di elettrocateri impiantati da >10 anni mediante utilizzo di sheaths meccaniche bidirezionali

Recentemente sono stati pubblicati sul Journal of Cardiovascular Electrophysiology i risultati di uno studio italiano multicentrico che ha avuto l’obiettivo di valutare la sicurezza e l’efficacia dell’estrazione degli elettrocateri con una durata di impianto di almeno 10 anni, utilizzando sheaths meccaniche bidirezionali.

Leggi