Eventi

Riunione AIAC FVG 2019 – Sincope e Sindrome di Brugada


Data/Ora: 6 Dicembre 2019 / 9:00 - 14:00
Indirizzo: Piazza Grande 1 - 33057 Palmanova Italia Italia
Sede: Palmanova (UD) - Salone d'Onore, Palazzo Comunale


La riunione, affronta in modo multidisciplinare il tema della sincope per meglio conoscere quali strumenti e quali percorsi il clinico può scegliere per ottenere i migliori risultati diagnostico terapeutici in termini di rischio e costo-beneficio. Argomento speciale del Programma è dedicato alla sincope nella Sindrome di Brugada. Dopo 25 anni dalla sua prima descrizione e l’enorme progresso sulla conoscenza della fisiopatologia e genetica, la sindrome di Brugada resta un argomento con punti ancora da definire. Un gruppo di esperti affronteranno vari aspetti di tale tematica con l’obiettivo di definire il miglior percorso diagnostico-terapeutico per la gestione di questi casi.

Programma (PDF: 162 Kb)

Ultimi articoli

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale parossistica: elettroporazione, radiofrequenza e crioenergia a confronto

L’elettroporazione (PFA) per la cura delle aritmie è recentemente emersa come nuova tecnica ablativa in grado di colpire selettivamente il tessuto cardiaco senza utilizzare una energia “termica”. Nell'articolo recentemente pubblicato di Della Rocca et al. è stata studiata una popolazione real-world di pazienti con fibrillazione atriale ed eseguita una analisi “propensity-score-matched” confrontando PFA, radiofrequenza e crioenergia.

Leggi