Eventi

3° Congresso Nazionale di Telemedicina


Data/Ora: 24 Gennaio 2020 - 25 Gennaio 2020 / 8:15 - 18:30
Indirizzo: Piazza Giacomo Zanellato, 21 - Padova Italia
Sede: Padova - Centro Conferenze Alla Stanga Camera di Commercio di Padova


La telemedicina, ormai da tempo utilizzata anche in Cardiologia, si è dimostrata avere un significativo impatto positivo sulla pratica clinica, sulla sicurezza e gestione dei pazienti. Può essere considerata al pari di una nuova terapia, dalla quale traggono benefici sia i pazienti che l’organizzazione ospedaliera. Lo scopo del Congresso è quello di affrontare tematiche cardiologiche di particolare interesse sulla telemedicina permettendo incontri e confronti tra esperti con lo scopo di esplorare e approfondire sia l’aspetto teorico che quello pratico.

Nella prima giornata, alla sessione introduttiva, farà seguito una parte pratica con creazione di possibili protocolli utili per migliorare la pratica clinica. La seconda giornata tratterà delle nuove prospettive organizzative, delle novità tecnologiche offerte dal mondo telematico, dei punti critici presenti in questa nuova modalità di interazione medico/infermiere/ tecnico – paziente/care-givers.

Programma (PDF: 3 Mb)

Ultimi articoli

Partecipa alla nuova survey AIAC sulla CRT

La survey "Terapia di resincronizzazione cardiaca: selezione del paziente, programmazione della procedura e tecnica di impianto" è proposta dall’Area AIAC dedicata alla CRT.

Leggi

Focus On AIAC sulla sleep apnea. Online le slide dei relatori

È ora possibile accedere a una selezione delle diapositive presentate nel corso dei tre seminari Focus on AIAC sulla sleep apnea, tenutosi nel mese di gennaio a Bologna, Napoli e Reggio Calabria.

Leggi

Gli albori della profilassi tromboembolica nella fibrillazione atriale

Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta l’efficacia e la sicurezza della terapia anticoagulante orale nella fibrillazione atriale non erano ancora noti. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine nel 1990 è stato uno dei primi a dimostrarne l'efficacia. Un articolo di Pietro Palmisano.

Leggi