Eventi

V Convegno Neurovascolare del Garda


Data/Ora: 8 Novembre 2019 / 8:00 - 18:00
Indirizzo: Lungolago Cesare Battisti 17 - Desenzano del Garda Italia
Sede: Desenzano del Garda (BS) - Park Hotel


Il rischio emorragico: territori e specialisti a confronto

Il lago di Garda, situato al confine tra regioni e territori diversi, è la sede ideale per convegni dove il confronto tra diverse specialità e organizzazioni territoriali è opportunità di formazione, crescita e networking. I nuovi farmaci, le tecniche diagnostiche e le procedure interventistiche consentono ora un approccio più efficace e flessibile in base alle diverse caratteristiche individuali dei pazienti. È quindi oggi possibile, ma anche necessario, costruire un rinnovato consenso tra tutti gli specialisti coinvolti. Durante questo convegno interregionale si alterneranno Cardiologi, Neurologi, Radiologi Interventisti e Medici di Medicina d’Urgenza per proporre e condividere il rispettivo punto di vista e la propria esperienza territoriale.

Responsabili scientifici
Alessandro Adami
Stroke Center, IRCCS Sacro Cuore Don Calabria, Negrar

Giorgio Silvestrelli
Stroke Unit Ospedale, “Carlo Poma”, ASST Mantova

Programma (PDF: 1,4 Mb)

Ultimi articoli

Sincope vasovagale: il webinar

L'Area Radioablazione e Neuromodulazione di AIAC presenta il webinar "Sincope vasovagale" che si terrà online il 6 giugno 2024 dalle ore 16.00 alle ore 17.30. Scarica il programma con il link per il collegamento.

Leggi

Ricordo del prof. Giuseppe Oreto

Il ricordo del prof. Giuseppe Oreto a firma di Gaetano Satullo che ne ripercorre la cultura, la poliedricità e la genialità attraverso il racconto di una storia lunga 40 anni.

Leggi

I Convegno Nazionale AIAC Giovani – L’integrazione delle conoscenze di aritmologia clinica ed interventistica nel trattamento del paziente comorbido

Il 24 e 25 maggio 2024 si terrà a Napoli, presso l’Hotel NH Napoli Panorama il primo Convegno Nazionale AIAC Giovani, dal titolo “L’integrazione delle conoscenze di aritmologia clinica ed interventistica nel trattamento del paziente comorbido”.

Leggi