Eventi

VII Convegno Neurovascolare del Garda – Le Malattie Cerebrovascolari: il paziente non convenzionale


Data/Ora: 1 Ottobre 2021 / 8:15 - 18:00
Indirizzo: Viale Francesco Agello, 84 - 25015 San Martino della Battaglia Brescia Lombardia Italia
Sede: Hotel Acquaviva del Garda


Il VII Convegno Neurovascolare del Garda, dedicato a medici specializzati in Neurologia, Cardiologia, Radiologia interventistica, Medicina D’urgenza, Medicina Interna, Geriatria e Nefrologia, riguarderà soprattutto le tematiche del paziente non convenzionale nell’ambito delle cefalee, delle differenti condizioni aterotrombotiche e delle procedure cardio e cerebrovascolari. Verranno proposti gli ultimi aggiornamenti in termini di terapie complesse e combinate. Nell’ambito delle terapie endovascolari, si parlerà delle nuove frontiere della neuroprotezione e dei modelli organizzativi di comunicazione Ospedale-Territorio.

Responsabili Scientifici
Alessandro Adami (Stroke Center, IRCCS Sacro Cuore Don Calabria Negrar, Verona), Giorgio Silvestrelli (Stroke Unit, Ospedale Carlo Poma,
ASST Mantova).

Scarica qui il programma.

Ultimi articoli

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale parossistica: elettroporazione, radiofrequenza e crioenergia a confronto

L’elettroporazione (PFA) per la cura delle aritmie è recentemente emersa come nuova tecnica ablativa in grado di colpire selettivamente il tessuto cardiaco senza utilizzare una energia “termica”. Nell'articolo recentemente pubblicato di Della Rocca et al. è stata studiata una popolazione real-world di pazienti con fibrillazione atriale ed eseguita una analisi “propensity-score-matched” confrontando PFA, radiofrequenza e crioenergia.

Leggi