Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Eventi

Lotta alla Morte Cardiaca Improvvisa: un lavoro di equipe

Sto caricando la mappa ....

Data/Ora: 6 Novembre 2017 / 14:00 - 20:00
Indirizzo: Via Ceccherini 21 - 33057 Mestre Veneto Italia
Sede: Novotel Venezia Mestre


La morte cardiaca improvvisa rappresenta a tutt’oggi una delle sfide più sentite in ambito cardiologico, per la mancanza di uno standard gestionale, paragonabile dal punto di vista qualitativo e quantitativo, a quello ottenuto negli altri campi della medicina cardiovascolare.
Il modo più razionale per affrontare il problema è quello di implementare un approccio integrato, a cavallo cioè tra la prevenzione e la cura: la lotta alla morte cardiaca improvvisa, infatti, presenta degli aspetti peculiari legati sia al territorio (strategia di popolazione), sia all’ospedale (strategia individuale).
Il presente workshop vuole riunire e far interagire tutte le forze che in questo campo si rendono quotidianamente protagoniste: da quelle interessate al trattamento precoce dell’arresto cardiaco sul territorio, a quelle impegnate nello screening preventivo, a quelle implicate nel successivo trattamento individuale. Inoltre, si cercherà di capire come e a quali costi il rapido sviluppo della tecnologia elettromedicale può aiutare nell’ambizioso obiettivo di contrastare il fenomeno della morte cardiaca improvvisa. Infine, si valuterà come ottimizzare le risorse attualmente disponibili, identificando eventuale debolezze del sistema sanitario, ma anche sottolineandone i punti di forza e i risultati raggiunti.

Programma (242 Kb)

Per maggiori informazioni: www.depratocongressi.it 

Ultimi articoli

L’AIAC su Il Sole 24 Ore

Scarica il redazionale dell'AIAC, dal titolo  “Accesso all’innovazione in aritmologia, nuove tecnologie e nuovi farmaci al servizio del paziente”, pubblicato su Il Sole 24 Ore – Scenari “Guida Salute“.

Leggi

Il processo decisionale nella gestione degli ICD nel fine vita

Uno studio degli aspetti relativi alla gestione degli ICD nelle fasi terminali delle malattie e degli eventuali fattori associati all'occorrere di un colloquio con il medico circa il fine vita.

Leggi

Disattivazione dei CIED nel fine vita: realtà o solo raccomandazioni?

La maggior parte dei CIED rimane attiva nelle fasi terminali della malattia e il 25% dei pazienti sperimenta uno shock nelle 24 ore prima del decesso.

Leggi