Congresso Nazionale AIAC

Tachicardie ventricolari e ablazione: la punta dell’iceberg

Intervista video a Roberto De Ponti, Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, Università degli Studi dell'Insubria, e Giuseppe Picciolo, AOU Policlinico G. Martino di Messina, Task force sito web dell’AIAC. Le tachicardie ventricolari rappresentano un argomento di grande attualità al quale il XIII Congresso AIAC ha dedicato una sessione "Tecnica ed end-points dell´ablazione delle tachicardie ventricolari". Come dimostrato in lettura l’ablazione rappresenta un’opzione terapeutica efficace nel ridurre le recidive aritmiche nei pazienti portatori di ICD e nel migliorare gli outcome in termini sia di qualità di vita sia di sopravvivenza.

Leggi

Il paziente cerca su internet: come assisterlo e consigliarlo?

Intervista video a Luca Santini, UOC di Cardiologia, Ospedale GB. Grassi di Roma. Internet, wifi e social media stanno rivoluzionando il rapporto medico-paziente generando e condividendo grandi di informazioni digitali sulla salute. Grazie a un approccio informato il paziente assume un ruolo sempre più attivo nel percorso di diagnosi e di cura. Ma non sempre un paziente informato è un paziente ben informato.

Leggi

I temi pediatrici al congresso di Bologna

Quest’anno il tema centrale del Congresso nazionale AIAC è stato l’approccio aritmologico al paziente complesso, dalla diagnosi alla terapia e monitoraggio. Si è dato ovviamente spazio anche al paziente pediatrico, con cardiopatie congenite o non, che per definizione è un paziente complesso. Diverse e interessanti sono state le presentazione e gli abstract che hanno riguardato più ambiti dell’Aritmologia pediatrica e complessità della nostra pratica clinica. ECG Gabriele…

Leggi

Sindrome di Brugada: un update

Intervista video a Pedro Brugada, Heart Rhythm Management Center, Brussels, Belgio. Parlando di complessità in Aritmologia non può mancare la sindrome di Brugada che presenta difficoltà tanto nella diagnosi quanto nella gestione del paziente che ne è affetto. Invitato dall’AIAC, Pedro Brugada – il quale ha descritto nel 1992 per primo insieme al fratello Josep la sindrome che porta il loro nome – ha tenuto all’auditorium del Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna una lettura magistrale su questa sindrome e sulle principali sfide che ancora oggi pone nelle scelte cliniche in mancanza di una non facile stratificazione del rischio e di terapie efficaci nel modificarne la storia naturale.

Leggi

Uno strumento per i giovani elettrofisiologi

Intervista video a Antonio Rossilo, Ospedale San Bortolo, Vicenza, chairman Area AIAC Giovani Elettrofisiologia. Il testo è molto didattico, ricchissimo di iconografia, di facile consultazione. Descrive le modalità di esecuzione e interpretazione delle principali manovre di stimolazione che possono rendere più sicura la diagnosi di una aritmia e, di conseguenza, il suo trattamento.

Leggi

Il passaggio del testimone

Al XIII Congresso AIAC - alla conclusione dei due anni di attiva e proficua presidenza - Gianluca Botto passa il testimone a Giuseppe Boriani  che guiderà fino al 2018 il nuovo Consiglio direttivo nazionale dell’AIAC nell’opera di aggiornamento dei colleghi cardiologi dedicati all’Aritmologia in Italia e all’estero.

Leggi

Alto rischio aritmico e decision making con la genetica

Intervista video a Peter Schwartz, Direttore Centro per lo studio e la cura delle aritmie cardiache di origine genetica, IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano. La sindrome del QT lungo, la prima causa di morte improvvisa sotto i 20 anni, è un classico esempio di complessità in Aritmologia dove la genetica può essere di grande aiuto nelle decisioni diagnostiche e terapeutiche che riguardano la vita di pazienti ad alto rischio aritmico. Al XIII Congresso dell’AIAC, Peter Schwartz ha presentato due casi esemplificativi

Leggi

Aggiornamenti in Aritmologia per infermieri e tecnici

Durante il XIII Congresso Nazionale AIAC, tenutosi a Bologna, si è svolta la giornata di aggiornamento in Aritmologia per il personale infermieristico e tecnico: iniziata con l’interpretazione elettrocardiografica di base ed avanzata, proseguita con l’elettrostimolazione, e terminata con l’elettrofisiologia. Il tutto “condito” dal sapere di una Faculty, di infermieri e tecnici proveniente da realtà diverse, il cui obbiettivo è stato quello di favorire l’approfondimento di competenze specialistiche e la divulgazione di conoscenze tecniche, scientifiche ed assistenziali per il personale che lavora in ambito aritmologico.

Leggi

L’Aritmologia si è incontrata a Bologna

“Anche quest'anno il Congresso AIAC ha risposto più che egregiamente alle nostre aspettative”, ha commentato soddisfatto Giuseppe Boriani, Presidente del XIII Congresso AIAC e nuovo Presidente di AIAC, mettendo l’accento sull’ottimo livello registrato di giovani impegnati in tutti i settori dell’Aritmologia ed Elettrofisiologia e sui numeri espressione di un appuntamento annuale apprezzato e partecipato. Più di 800 partecipanti e più di 100 abstract ricevuti e valutati. Nove abstract sono stati selezionati per essere presentati in una sessione open del Congresso: gli autori hanno potuto così esporre le loro ricerche alla platea allargata del congresso. Scopri i numeri del Congresso

Leggi

Ultimi articoli

Due anni di AIAC: il biennio 2018 – 2020

Un video per ripercorrere i momenti più significativi e sintetizza le iniziative più importanti portate avanti dall’Associazione negli ultimi due anni.

Leggi

COVID-19 e monitoraggio remoto: lacrime di coccodrillo o nuova opportunità?

Una lettera all’editore pubblicata sulla rivista Expert Review of Medical Devices ha affrontato il tema del monitoraggio remoto dopo la pandemia.

Leggi

Monitoraggio remoto della FA nei pazienti con scompenso portatori di device: lo studio REM-HF

Un'analisi dei risultati del più grande studio randomizzato sul ruolo del monitoraggio remoto nei pazienti con insufficienza cardiaca.

Leggi