Dalla letteratura

La CRT-D in rosa

Nelle donne con blocco di branca sinistro e con durata del QRS maggiore o uguale a 130 millisecondi la terapia di resincronizzazione cardiaca con defibrillatore è più efficace che negli uomini in termini di una maggiore riduzione delle mortalità e scompenso cardiaco. Sul JAMA Internal Medicine i risultati di una meta-analisi dei dati individuali dei pazienti di tre grandi trial.

Leggi

Follow-up dopo impianto ICD: prima è, meglio è!

I pazienti che non ricevono un follow-up nelle 12 settimane successive all’impianto di ICD hanno un maggior rischio di mortalità. Sul Canadian Journal of Cardiology i risultati di uno studio canadese fanno riflettere sull’importanza della tempestività delle visite specialistiche di controllo.

Leggi

Ampliare le indicazione dell’ICD profilattico?

Sul JAMA una ricerca statunitense suggerisce che i benefici dell’ICD nei pazienti con frazione di eiezione del ventricolo sinistro compresa tra il 30% e il 35% siano simili a quelli dei pazienti scompensati con frazione di eiezione più severamente depressa.

Leggi

Sostituzione dell'ICD: è sempre necessaria?

Secondo un’analisi retrospettiva statunitense la sostituzione del generatore di routine non è necessaria in un quarto di pazienti con impianto di ICD a scopo di prevenzione primaria. I risultati sul Journal of the American College of Cardiology.

Leggi

Radiazioni? Quanto bastano

L'European Heart Rhythm Association pubblica su Europace una guida pratica per cardiologi per ridurre al minimo la dose di radiazioni nelle procedure di elettrofisiologia e impianti di device.

Leggi

Sincope neuromediata: dal loop recorder al pacing

Paziente over40 con grave sincope neuromediata asistolica. Su Europace un’analisi allargata di ISSUE-3 analizza l’efficacia del pacemaker a doppia camera e del loop recorder nella valutazione diagnostica per prevenire le recidive sincopali.

Leggi

ICD senza cateteri nella pratica

L’European Heart Journal pubblica i primi risultati di EFFORTLESS S-ICD, il primo grande registro sull’impianto di defibrillatori totalmente sottocutaneo nella pratica clinica. Sette i paesi coinvolti per un totale di 472 pazienti arruolati.

Leggi

MADIT-CRT: i benefici della CRT-D a lungo termine

La terapia di resincronizzazione cardiaca con ICD si associa a un beneficio di sopravvivenza a lungo termine nei pazienti con blocco di branca sinistra. Sul NEJM i risultati di MADIT-CRT a sette anni, presentati all'ultimo meeting dell'American College of Cardiology.

Leggi

Ultimi articoli

Partecipa alla nuova survey AIAC sulla CRT

La survey "Terapia di resincronizzazione cardiaca: selezione del paziente, programmazione della procedura e tecnica di impianto" è proposta dall’Area AIAC dedicata alla CRT.

Leggi

Focus On AIAC sulla sleep apnea. Online le slide dei relatori

È ora possibile accedere a una selezione delle diapositive presentate nel corso dei tre seminari Focus on AIAC sulla sleep apnea, tenutosi nel mese di gennaio a Bologna, Napoli e Reggio Calabria.

Leggi

Gli albori della profilassi tromboembolica nella fibrillazione atriale

Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta l’efficacia e la sicurezza della terapia anticoagulante orale nella fibrillazione atriale non erano ancora noti. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine nel 1990 è stato uno dei primi a dimostrarne l'efficacia. Un articolo di Pietro Palmisano.

Leggi