Dalla letteratura

Il defibrillatore nella cardiopatia ischemica

Una rassegna del Giornale Italiano di Cardiologia valuta il ruolo del defibrillatore impiantabile tra evidenze, linee guida e buon senso clinico per una migliore selezione nel "mondo reale" dei pazienti con disfunzione ventricolare sinistra persistente.

Leggi

Chiusura percutanea dell'auricola tra rischi e benefici

Una rassegna completa pubblicata sul Giornale Italiano di Cardiologia prende in esame pregi e limiti della chiusura percutanea dell’auricola sinistra, un’attraente strategia ancora poco praticata ma con ampi orizzonti nel panorama della profilassi tromboembolica nella fibrillazione atriale non valvolare.

Leggi

I super-responder alla CRT-D

Quali sono i fattori predittivi di risposta alla CRT in pazienti con scompenso cardiaco? Risponde una sottoanalisi dello studio MADIT-CRT pubblicata di recente sul Journal of the American College of Cardiology.

Leggi

Pazienti con FA e i nuovi score

Dallo Swedish Atrial Fibrillation Cohort Study le conferme dell’efficacia dei punteggi CHA2DS2-VASc e HAS-BLED raccomandati dalle linee-guida europee per una più accurata stratificazione del rischio tromboembolico  dei pazienti con fibrillazione atriale.

Leggi

PCR e stratificazione del rischio

Lo studio italiano CAMI-GUIDE indaga sul ruolo della proteina C-reattiva serica per una migliore stratificazione del rischio dei pazienti con cardiopatia ischemica portatori di defibrillatore. Livelli di proteina C-reattiva >3 mg/L sono un fattore predittivo di mortalità per scompenso cardiaco, ma non di morte cardiaca improvvisa o tachicardie/fibrillazione ventricolare.

Leggi

EVOLVO per una best practice

Pubblicati on-line su Circulation i risultati dello studio italiano EVOLVO sull’evoluzione delle strategie di gestione dei pazienti con scompenso cardiaco e defibrillatore impiantabile.

Leggi

I nuovi anticoagulanti orali

Apixaban, dabigatran e rivaroxaban sono una promettente alternativa al wafarin nei pazienti con fibrillazione atriale. Le conferme vengono da una revisione e metanalisi di studi clinici controllati randomizzati, pubblicata sull’American Journal of Cardiology, che ha comparato l'efficacia e la sicurezza dei nuovi anticoagulanti con il warfarin che è terapia anticoagulante standard nella fibrillazione atriale.

Leggi

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

    Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

    Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

    Leggi