Notizie

Rhythm square

Su Cardiolink un angolo dedicato all’aritmia con l’AIAC in primo piano.

Leggi

Pazienti con FA e i nuovi score

Dallo Swedish Atrial Fibrillation Cohort Study le conferme dell’efficacia dei punteggi CHA2DS2-VASc e HAS-BLED raccomandati dalle linee-guida europee per una più accurata stratificazione del rischio tromboembolico  dei pazienti con fibrillazione atriale.

Leggi

PCR e stratificazione del rischio

Lo studio italiano CAMI-GUIDE indaga sul ruolo della proteina C-reattiva serica per una migliore stratificazione del rischio dei pazienti con cardiopatia ischemica portatori di defibrillatore. Livelli di proteina C-reattiva >3 mg/L sono un fattore predittivo di mortalità per scompenso cardiaco, ma non di morte cardiaca improvvisa o tachicardie/fibrillazione ventricolare.

Leggi

Ti sei scordato di pagare la quota associativa?

L’AIAC invita i propri soci a verificare lo stato di pagamento della quota associativa relativa all’anno in corso e a quelli precedenti. In caso di morosità si invita a regolarizzare i pagamenti delle quote dovute al fine di poter continuare a partecipare alla vita associativa.

Leggi

EVOLVO per una best practice

Pubblicati on-line su Circulation i risultati dello studio italiano EVOLVO sull’evoluzione delle strategie di gestione dei pazienti con scompenso cardiaco e defibrillatore impiantabile.

Leggi

I nuovi anticoagulanti orali

Apixaban, dabigatran e rivaroxaban sono una promettente alternativa al wafarin nei pazienti con fibrillazione atriale. Le conferme vengono da una revisione e metanalisi di studi clinici controllati randomizzati, pubblicata sull’American Journal of Cardiology, che ha comparato l'efficacia e la sicurezza dei nuovi anticoagulanti con il warfarin che è terapia anticoagulante standard nella fibrillazione atriale.

Leggi

Morosità quota associativa AIAC

Scadenza ultima per saldare le quote associative dovute all'AIAC: 30 giugno 2012. Dopo questa data i soci che non avessero ancora regolarizzato i pagamenti relativi alla quota associativa da almeno 4 anni (antecedente, quindi, all’anno 2010), verranno considerati soci decaduti con effetto immediato.

Leggi

Defibrillatori in campo… si può

“Costano 2000 euro e stanno in una valigetta: ogni squadra di calcio dovrebbe avere il suo defibrillatore". "Nei campi sportivi di gara italiani di tutti gli sport ci sono carenze abissali per quanto riguarda il numero di defibrillatori semiautomatici e di persone appositamente formate e abilitate a usarli”. I commenti di Maurizio Maurizio Santomauro e Maria Grazia Bongiorni sul Corriere dello sport.

Leggi

I numeri del Congresso AIAC

Più di 200 gli abstract proposti all’approvazione del Comitato scientifico, con un incremento del 18% rispetto al precedente congresso (50% provenienti dal Nord Italia, 29% dal Centro e 21% da Sud e isole); 18 sessioni di comunicazioni per un totale di 112 comunicazioni selezionate; 137 poster selezionati; 1.159 tra iscritti, relatori ed espositori; faculty numerosa e competente (259 in tutto gli autori), con una presenza di giovani  e di donne aumentata rispetto al 2010: età media faculty 58 anni vs 62 anni, 43 relatrici vs 18.

Leggi

Ultimi articoli

    L’AIAC su Il Sole 24 Ore

    Scarica il redazionale dell'AIAC, dal titolo  “Accesso all’innovazione in aritmologia, nuove tecnologie e nuovi farmaci al servizio del paziente”, pubblicato su Il Sole 24 Ore – Scenari “Guida Salute“.

    Leggi

    Il processo decisionale nella gestione degli ICD nel fine vita

    Uno studio degli aspetti relativi alla gestione degli ICD nelle fasi terminali delle malattie e degli eventuali fattori associati all'occorrere di un colloquio con il medico circa il fine vita.

    Leggi

    Disattivazione dei CIED nel fine vita: realtà o solo raccomandazioni?

    La maggior parte dei CIED rimane attiva nelle fasi terminali della malattia e il 25% dei pazienti sperimenta uno shock nelle 24 ore prima del decesso.

    Leggi