Notizie e commenti

Hai meno di 40 anni? Partecipa ad AIAC FUTURO

AIAC_futuro2

Hai meno di 40 anni? Sei interessato all’aritmologia, alla ricerca, alla formazione, al networking? Sei disponibile a impegnarti in attività associative? Partecipa ad AIAC FUTURO.

Compila la domanda di partecipazione e potrai partecipare ad AIAC FUTURO, l’evento che si terrà a Bologna mercoledì 10 aprile 2019 (il giorno prima del Congresso Nazionale AIAC) dalle 12.30 alle 20.00.

Ad AIAC FUTURO parteciperanno colleghi impegnati a vari livelli associativi, ma sarà soprattutto l’occasione in cui i giovani porteranno le loro proposte per aggiornare e rafforzare l’associazione. Scarica il programma.

L’invito è riservato a medici, infermieri o tecnici con meno di 40 anni soci AIAC ordinari o aggregati in regola con il pagamento delle quote associative.

Si precisa che saranno accettate le prime 30 domande pervenute. L’accettazione della domanda darà diritto alla partecipazione gratuita all’evento e all’iscrizione gratuita al Congresso Nazionale AIAC 2019.

Ultimi articoli

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale con alta potenza e breve durata: caratterizzazione biofisica delle lesioni

Pubblicato su Pacing and Clinical Electrophysiology uno studio che aveva l’obiettivo di chiarire il contributo della forza di contatto e della temperatura e la loro interrelazione nel creare una lesione adeguata con un catetere per ablazione vHPSD (very high-power short-duration).

Leggi