Notizie e commenti

Registro Ablazioni 2018, partecipare è importante

Carissimi Colleghi,

anche quest’anno chiediamo a tutti i soci AIAC un piccolo sforzo per partecipare al Registro Italiano Ablazioni 2018. E’ un piccolo sforzo ma di importanza vitale per il nostro futuro e per le prospettive dell’elettrofisiologia in Italia. La disponibilità dei dati relativi alle procedure ci è continuamente richiesta dalle autorità regolatorie e in assenza di essi sono a rischio i finanziamenti pubblici per il nostro settore.

Il Registro che si propone di raccogliere un dato aggregato dell’attività di Elettrofisiologia in Italia. Il dato del singolo Centro non sarà visibile agli altri, ma l’elenco dei Centri che partecipano al Registro sarà pubblicato sul sito AIAC.

A questo link è possibile accedere al Registro: Modulo generale

Per tutti i chiarimenti sui moduli o la loro compilazione il Dr.Giuseppe Stabile e il Dr.Federico Guerra sono a vostra completa disposizione.

Un affettuoso saluto,

Task Force Registro Ablazione Transcatetere
Task Force Ablazione Fibrillazione Atriale
Task Force Ablazione Tachicardie Ventricolari
Task Force Ablazioni Pediatriche

Ultimi articoli

Mi devono impiantare un pacemaker o un defibrillatore. Quali sono i possibili rischi e complicanze?

Ogni anno in Italia decine di migliaia di pazienti vengono colpiti da malattie cardiovascolari che richiedono l’impianto di un pacemaker o di un defibrillatore automatico impiantabile (ICD): quali sono i rischi e quali le complicanze dell'impianto di questi dispositivi. Le risposte a tutte le domande.

Leggi

Impatto della stimolazione del sistema di conduzione nella pratica clinica dei centri aritmologici italiani

In occasione del 19° Congresso Nazionale AIAC abbiamo intervistato Gabriele Dell’Era (Responsabile SS Unità di elettrofisiologia, AOU Maggiore della Carità, Novara) sull’uso della stimolazione del sistema di conduzione nella pratica clinica dei centri italiani, fra impatto e prospettive future.

Leggi

Ripristino del ritmo sinusale in pazienti con fibrillazione atriale permanente: “effetto antiaritmico” dell’ablate and pace

Sono stati pubblicati sull’American Heart Journal i risultati di uno studio prospettico, osservazionale, monocentrico, italiano che ha avuto lo scopo di valutare l'incidenza e i predittori di ripristino spontaneo del ritmo sinusale in una popolazione di pazienti con fibrillazione atriale permanente sottoposti ad ablate and pace con stimolazione del sistema di conduzione (CSP).

Leggi