Notizie e commenti

Crioablazione, efficace anche senza imaging delle vene

crioablazione imaging

La procedura di isolamento delle vene polmonari mediante crioablazione è fattibile anche senza effettuare un precedente studio di imaging dell’anatomia vasi. Sono stati pubblicati su Journal of Interventional Cardiac Electrophysiology i risultati di una ricerca italiana condotta nell’ambito del progetto 1STOP che ha valutato gli effetti associati all’impiego o meno di un esame di imaging prima della procedura (1).

Sono stati coinvolti 912 pazienti sottoposti a procedura di isolamento delle vene polmonari mediante crioablazione come trattamento per una Fibrillazione Atriale parossistica. Di questi, 461 (50,5%) sono stati sottoposti prima della crioablazione a una tomografia computerizzata o a una risonanza magnetica mentre i restanti 451 (49,5%) non sono stati sottoposti a esami di imaging pre-intervento.

La durata della procedura, della fluoroscopia e dello stazionamento nell’atrio sinistro sono risultati significativamente più corti nel gruppo di pazienti non sottoposti a precedente esame di imaging (p < 0,001). La probabilità di incorrere in complicanze è invece risultata più elevata nel gruppo sottoposto a imaging (6,9% vs 2,7%; p = 0,003) a causa della diversa incidenza di una paralisi diaframmatica transitoria. Non sono emerse differenze significative, infine, in termini di libertà da recidive della Fibrillazione Atriale a 12 mesi dalla procedura di crioablazione, riscontrata nel 76% e nell’80% dei pazienti sottoposti e non sottoposti a un test di imaging, rispettivamente (p = 0,390).

Bibliografia
1. Sagone A, Iacopino S, Pieragnoli P, et al. Cryoballoon ablation of atrial fibrillation is effectively feasible without previous imaging of pulmonary vein anatomy: insights from the 1STOP project. J Interv Card Electrophysiol 2019; 55(3): 267-275.

Ultimi articoli

Il Professor Roberto De Ponti è il nuovo Direttore di AIAC Ricerca

In occasione della riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12 settembre scorso è stato nominato il nuovo Direttore di AIAC Ricerca per il prossimo quadriennio nella persona del Prof. Roberto De Ponti.

Leggi

Elisa Ebrille nominata EHRA Young Ambassador

Nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12/09/22 il Consiglio ha nominato la Dott.ssa Elisa Ebrille (Ospedale Maria Vittoria, ASL Città di Torino, Torino) "EHRA Young Ambassador".

Leggi

Novità dal Congresso ESC 2022: le nuove linee guida sulle aritmie ventricolari e prevenzione della morte cardiaca improvvisa

Durante il recente Congresso ESC 2022 che si è tenuto a Barcellona lo scorso 26-29 agosto, sono state presentate le nuove linee guida ESC sulla gestione dei pazienti con aritmie ventricolari e sulla prevenzione della morte cardiaca improvvisa.

Leggi