Notizie e commenti

Nascita ed evoluzione della crioablazione trattare per la Fibrillazione Atriale

“La crioablazione ha consentito di trattare un numero sempre maggiore di pazienti, con percentuali di successo tendenzialmente più alte, soprattutto nel lungo termine, rispetto alla radiofrequenza”. Claudio Tondo, Coordinatore dell’Aritmologia del Centro Cardiologico Monzino IRCCS di Milano, descrive il meccanismo alla base della procedura di crioablazione della Fibrillazione Atriale parossistica o persistente e l’evoluzione tecnologica che ha interessato questa metodica negli ultimi dieci anni.

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi