Notizie e commenti

Crioablazione: un nuovo gold standard per la fibrillazione atriale?

Sempre più diffusa nell’ambito del trattamento della fibrillazione atriale, la tecnica della crioablazione non solo ha un’efficacia sovrapponibile a quella dell’ablazione a radiofrequenza nel trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale (come sottolineato da Alessandro Cappucci e Paolo Compagnucci nel loro editoriale dedicato ai progressi compiuti nel trattamento della fibrillazione atriale, pubblicato sull’ultimo numero del Giornale Italiano di Cardiologia), ma presenta anche dei vantaggi in termini di expertise degli operatori, complicanze e semplicità di utilizzo. Ne abbiamo parlato con Roberto Verlato, Direttore dell’UOC di Cardiologia dell’Ospedale Civile di Camposampiero.

 

 

Ultimi articoli

RI-AIAC: obiettivi, novità e implicazioni cliniche dei risultati dello studio

Pubblicati sul Journal of Personalized Medicine i risultati del RI-AIAC, registro multicentrico, prospettico osservazionale sulle infezioni dei CIED. Abbiamo chiesto al Professor Giuseppe Boriani, direttore di AIAC Ricerca, qual è l'importanza di questo registro promosso dall'AIAC e quali sono le implicazioni cliniche dei suoi risultati.

Leggi

Defibrillatore indossabile: evidenze, esperienze e nuove potenzialità d’uso

Terapia ormai consolidata negli Stati Uniti e in molti paesi Europei, il defibrillatore indossabile (WCD)…

Leggi

Rischio di morte non improvvisa nei pazienti portatori di ICD: sottoanalisi del registro OBSERVO-ICD

Pubblicati i risultati di un'analisi che ha valutato l’accuratezza e l’utilità dello score MAGGIC (Meta-Analysis Global Group in Chronic Heart Failure) nei pazienti con scompenso cardiaco e ridotta frazione di eiezione sottoposti ad impianto di ICD.

Leggi