Notizie e commenti

AIAC Academy è partita!

AIAC Academy, il progetto formativo promosso e finanziato da AIAC finalizzato alla formazione continua e al training dei giovani aritmologi under 40 nelle metodiche interventistiche dopo la specializzazione è entrato nella fase operativa. Sono state attribuite le borse di studio e i giovani vincitori hanno iniziato a frequentare le strutture prescelte. La prima borsista ad iniziare il suo training formativo è stata la Dott.ssa Luisa Fais che a partire dal 1 febbraio 2020 ha iniziato a frequentare l’Ospedale Brotzu di Cagliari.

La Dott.ssa Luisa Fais (a destra) impegnata in una procedura aritmologia interventistica.
Il team medico e infermieristico che sta seguendo la giovane borsista Dott.ssa Luisa Fais nel suo percorso formativo (da sinistra a destra): Carmen Peddis (Infermiera di sala), Luisa Fais (Cardiologa, borsista), Maurizio Porcu (Direttore della Struttura Complessa di Cardiologia dell’Ospedale Brotzu di Cagliari), Gianfranco Tola (Cardiologo, Elettrofisiologo), Giusi Carta (Infermiera di sala), Antonio Scalone (Cardiologo, Elettrofisiologo).

Ultimi articoli

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale parossistica: elettroporazione, radiofrequenza e crioenergia a confronto

L’elettroporazione (PFA) per la cura delle aritmie è recentemente emersa come nuova tecnica ablativa in grado di colpire selettivamente il tessuto cardiaco senza utilizzare una energia “termica”. Nell'articolo recentemente pubblicato di Della Rocca et al. è stata studiata una popolazione real-world di pazienti con fibrillazione atriale ed eseguita una analisi “propensity-score-matched” confrontando PFA, radiofrequenza e crioenergia.

Leggi