Notizie e commenti

La survey AIAC sulla gestione delle recidive post-ablazione di FA. Partecipa!

Le Linee Guida di riferimento non danno delle direttive precise sulla gestione delle recidive dopo ablazione di fibrillazione atriale, conseguentemente è probabile che il comportamento degli aritmologi italiani di fronte a questa problematica non sia uniforme.

Al fine di indagare la gestione delle recidive aritmiche dopo ablazione di fibrillazione atriale nella pratica clinica italiana, l’Area Ablazione della Fibrillazione Atriale dell’AIAC ha proposto una survey aperta a tutti i cardiologi italiani impegnati nella cura delle aritmie.

Per rispondere alla survey è necessario che il proprio centro sia registrato nell’Area Riservata AIAC Ricerca. Per ogni centro possono essere registrati più di un utente. La registrazione richiede solo pochi minuti e consente di entrare nel Network AIAC Ricerca, di essere coinvolti in tutte le attività di ricerca del Network e di far parte della Group Autorship AIAC Ricerca per le pubblicazioni che ne deriveranno. Se sei già registrato accedi all’Area Riservata per rispondere alla survey.

ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

Iscriviti o iscrivi il tuo Centro nel network AIAC Ricerca

Ultimi articoli

Il Professor Roberto De Ponti è il nuovo Direttore di AIAC Ricerca

In occasione della riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12 settembre scorso è stato nominato il nuovo Direttore di AIAC Ricerca per il prossimo quadriennio nella persona del Prof. Roberto De Ponti.

Leggi

Elisa Ebrille nominata EHRA Young Ambassador

Nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12/09/22 il Consiglio ha nominato la Dott.ssa Elisa Ebrille (Ospedale Maria Vittoria, ASL Città di Torino, Torino) "EHRA Young Ambassador".

Leggi

Novità dal Congresso ESC 2022: le nuove linee guida sulle aritmie ventricolari e prevenzione della morte cardiaca improvvisa

Durante il recente Congresso ESC 2022 che si è tenuto a Barcellona lo scorso 26-29 agosto, sono state presentate le nuove linee guida ESC sulla gestione dei pazienti con aritmie ventricolari e sulla prevenzione della morte cardiaca improvvisa.

Leggi