Notizie e commenti

Registro Italiano Ablazioni 2019: come partecipare

Registro Italiano Ablazioni 2019

Anche quest’anno, con un po’ di ritardo legato ai problemi organizzativi postici dalla pandemia da COVID-19, viene richiesto a tutti i soci AIAC un piccolo sforzo per partecipare al Registro Italiano Ablazioni 2019.

L’esperienza degli ultimi tre anni è stata particolarmente incoraggiante avendo raggiunto una compliance superiore al 50% dei centri censiti permettendoci di raccogliere dati sul 55% delle ablazioni trans catetere effettuate in Italia (vedi il report Registro Italiano Ablazioni 2018). Anche quest’anno la scheda di raccolta dati è un modulo on-line che rende più facile la compilazione e l’analisi del dato aggregato. Resta invariata l’impostazione generale del Registro che si propone di raccogliere un dato aggregato dell’attività di Elettrofisiologia in Italia. Il dato del singolo Centro non sarà visibile agli altri, ma l’elenco dei Centri che partecipano al Registro Italiano Ablazioni 2019 sarà pubblicato sul sito AIAC. Rispetto all’anno scorso è richiesto l’inserimento di qualche dato aggiuntivo sul personale della sala di elettrofisiologia.

Modulo online per partecipare al Registro

Al fine di rendere più facile la compilazione del modulo on-line, è disponibile a questo link  un fac-simile del modulo in versione PDF.

Task Force Registro Ablazione

Ultimi articoli

Al via le nuove Aree e Task Force AIAC

In totale sono state costituite 24 Aree e 8 Task Force, per un totale di 58 Chairman e 134 membri dei gruppi di lavoro.

Leggi

La cardioneuroablazione in atrio destro nei pazienti con sincope vasovagale cardioinibitoria

Uno studio italiano ha valutato la fattibilità, l’efficacia e la sicurezza della “cardioneuroablazione” limitata in atrio destro pe rla sincope vasovagale cardioinibitoria.

Leggi

Ablazione delle tachicardie parossistiche sopraventricolari con approccio “Near-Zero Radiation”

Uno studio ha confrontato i risultati a lungo termine dell’ablazione delle tachicardie parossistiche sopraventricolari eseguita con un approccio “minimally fluoroscopic” rispetto ad un approccio fluoroscopico convenzionale.

Leggi