Notizie e commenti

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Dalla letteratura

Lo storm aritmico è un’emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche consolidate. Nonostante i primi risultati incoraggianti sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato, molti quesiti rimanevano irrisolti e mancavano ancora evidenze provenienti da uno studio prospettico multicentrico. A tal fine è stato concepito lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology.

Lo studio

Lo studio STAR è stato uno studio osservazionale multicentrico che ha arruolato pazienti affetti da storm aritmico refrattario al trattamento standard, dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2023. L’end-point primario dello studio era una riduzione degli eventi aritmici trattati di almeno il 50% nelle 12 ore successive al blocco percutaneo del ganglio stellato rispetto alle 12 ore prima della procedura. Gli operatori STAR sono stati specificatamente addestrati sia all’approccio anatomico anteriore che a quello laterale ecoguidato.

Sono stati arruolati un totale di 131 pazienti provenienti da 19 centri italiani e sottoposti a 184 procedure di blocco percutaneo del ganglio stellato. I pazienti erano principalmente maschi (83.2%) con un’età media di 68 (63.8-69.2) anni e una frazione di eiezione ventricolare sinistra depressa (25.0±12.3%). L’end-point primario è stato raggiunto nel 92% dei pazienti e la riduzione mediana degli episodi aritmici tra 12 ore prima e dopo il blocco percutaneo del ganglio stellato è stata del 100% (intervallo interquartile da -100% a -92,3%). Gli episodi aritmici che richiedevano trattamento erano significativamente ridotti confrontando le 12 ore prima del primo blocco percutaneo del ganglio stellato con le 12 ore dopo l’ultima procedura (6 vs. 0; P<0.0001) e confrontando 1 ora prima con 1 ora dopo ogni procedura (2 vs. 0; P<0.001). Si è verificata una complicazione maggiore (0.5%).

In conclusione, i risultati di questo ampio studio prospettico multicentrico forniscono evidenze a favore dell’efficacia e della sicurezza del blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico refrattario.

 

Bibliografia

Savastano S, Baldi E, Compagnoni S, Rordorf R, Sanzo A, Gentile FR, Dusi V, Frea S, Gravinese C, Cauti FM, Iannopollo G, De Sensi F, Gandolfi E, Frigerio L, Crea P, Zagari D, Casula M, Sangiorgi G, Persampieri S, Dell’Era G, Patti G, Colombo C, Mugnai G, Notaristefano F, Barengo A, Falcetti R, Perego GB, D’Angelo G, Tanese N, Currao A, Sgromo V, De Ferrari GM; STAR study group. Electrical storm treatment by percutaneous stellate ganglion block: the STAR study. Eur Heart J. 2024 Jan 30:ehae021. doi: 10.1093/eurheartj/ehae021. Epub ahead of print.

Guarda la videointervista a Simone Savastano, primo autore dello studio.

Ultimi articoli

Impianto di pacemaker: tra rischi di complicanze e buone pratiche

L'impianto di un pacemaker può essere considerato un intervento rischioso? Qual è la reale incidenza di complicanze e quali sono gli accorgimenti che, se utilizzati, permettono di ridurne il rischio? Mauro Biffi risponde a queste domande nell'intervista realizzata durante l'ultimo Congresso AIAC e offre 3 consigli per i giovani aritmologi che stanno cominciando a impiantare pacemaker.

Leggi

I giovani italiani premiati all’EHRA Young EP ECG Contest

Tra le 10 nazioni che hanno partecipato alla finale del Contest, l’Italia, rappresentata da Giovanni Coluccia (Azienda Ospedaliera “Card. G. Panico”, Tricase), Lorenzo Mazzocchetti (Clinica Pierangeli di Pescara) e Andrea Giuseppe Porto (Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania) si è piazzata al secondo posto dopo l’Austria.

Leggi

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi