Notizie e commenti

Blocco percutaneo del ganglio stellato: una review

Dalla letteratura

Lo storm aritmico, comunemente definito come l’evenienza di tre o più episodi di fibrillazione ventricolare o tachicardia ventricolare nelle 24 ore, è una delle condizioni più difficili da trattare specie nelle sue forme gravi e refrattarie alla terapia antiaritmica. Molto spesso interessa pazienti con cardiopatie strutturali e più raramente pazienti con canalopatie ed incide negativamente sulla prognosi. I farmaci antiaritmici non sono molti, non sempre sono efficaci, tollerati o utilizzabili, dato l’effetto inotropo negativo di alcuni di loro. Tra i rimedi non farmacologici l’ablazione transcatetere ha un ruolo cruciale ma non è fattibile in ogni centro, almeno in urgenza, ed inoltre eseguire l’ablazione in un paziente con storm aritmico in atto aumenta di molto i rischi procedurali. Da qui la necessità di altri rimedi, quali il blocco percutaneo del ganglio stellato, che possano permettere di stabilizzare il paziente riducendo il numero di aritmie e di conseguenza di defibrillazioni. Le ultime linee guida ESC sul trattamento delle aritmie ventricolari pubblicate nel 2022 per la prima volta propongono una flow-chart di trattamento dello storm aritmico e per la prima volta inseriscono la neuromodulazione, intesa come blocco del ganglio, anestesia toracica epidurale e anestesia generale,  tra le alternative terapeutiche pur limitandola a casi specifici.

Vista la nostra esperienza di utilizzo del blocco del ganglio nei pazienti con storm aritmico, e l’esperienza, maturata fin dagli anni ’70 dal Prof Schwartz sulla fisiopatologia della neuromodulazione in campo aritmologico, abbiamo ritenuto potesse essere interessante per la comunità aritmologica fare il punto su questa tecnica partendo dalla storia, che ne ha tracciato il razionale fisiopatologico, passando per le conoscenze attuali e le tecniche di esecuzione della procedura e approdando alle indicazioni future. Abbiamo voluto entrare più nel dettaglio sia dal lato delle indicazioni che dal lato dell’esecuzione della procedura. Tutto ciò è contenuto in review recentemente pubblicata sulla rivista Heart Rhythm da titolo “Blocking nerves and saving lives: Left stellate ganglion block for electrical storms” (accessibile gratuitamente per un periodo limitato di tempo al seguente link) da cui si evince come sia una tecnica relativamente facile da eseguire e di dimostrata efficacia e sicurezza, indicata nella maggior parte dei casi di storm aritmico refrattario. Per tale ragione stiamo cercando di diffonderla con un video didattico realizzato da AIAC, con un apposito manuale e con corsi di formazione dedicati che si svolgono presso la fondazione IRCCS Policlinico San Matteo e che sfruttano un simulatore realizzato con la stampa 3D che permette l’esecuzione della manovra ad alta fedeltà.

Siamo in attesa dei risultati di studi di ampio respiro e multicentrici come lo studio STAR che stiamo conducendo in collaborazione con diversi centri italiani ed internazionali ed al quale è ancora possibile aderire.

 

A cura di Simone Savastano, Laboratorio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione, IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia

 

Bibliografia

Savastano S, Schwartz PJ. Blocking nerves and saving lives: Left stellate ganglion block for electrical storms. Heart Rhythm. 2022 Dec 9:S1547-5271(22)02695-9. doi:10.1016/j.hrthm.2022.11.025. Epub ahead of print. PMID: 36509320.

Ultimi articoli

AIAC saluta il Professor Francesco Furlanello

È venuto a mancare ai suoi cari ed alla Comunità Cardiologica Italiana ed Internazionale il Prof. Francesco Furlanello. L’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione perde una figura carismatica che tanto impulso ha dato alla realizzazione, promozione e divulgazione dell’Aritmologia.

Leggi

Prevenzione del carcinoma alla mammella nelle operatrici: la survey sulla radioprotezione di Donne&Aritmologia

In seguito all’osservazione di casi di carcinoma alla mammella sinistra in operatrici esposte alle radiazioni ionizzanti, il gruppo Donne&Aritmologia ha promosso una survey dedicata che sarà aperta fino al 31 gennaio.

Leggi

Estrazione di elettrocateri impiantati da >10 anni mediante utilizzo di sheaths meccaniche bidirezionali

Recentemente sono stati pubblicati sul Journal of Cardiovascular Electrophysiology i risultati di uno studio italiano multicentrico che ha avuto l’obiettivo di valutare la sicurezza e l’efficacia dell’estrazione degli elettrocateri con una durata di impianto di almeno 10 anni, utilizzando sheaths meccaniche bidirezionali.

Leggi