Notizie e commenti

Estrazione degli elettrocateteri per la stimolazione del sistema di conduzione: fattibilità e sicurezza

Dalla letteratura

La stimolazione permanente del fascio di His (HBP) è una modalità di stimolazione fisiologica sempre più utilizzata negli ultimi anni. Questa modalità di stimolazione del sistema di conduzione presenta tuttavia alcune limitazioni, come le difficoltà operative e le alte soglie di stimolazione. Come modalità di stimolazione fisiologica alternativa alla HBP recentemente è stata proposta la stimolazione della branca sinistra (LBBAP) che, mediante un approccio transventricolare-settale, consente di stimolare direttamente la branca sinistra con una soglia di cattura bassa e stabile, consentendo di ottenere un QRS di breve durata, dovuto alla rapida attivazione del ventricolo sinistro.

L’elettrocatetere SelectSecure 3830 (Medtronic, Minneapolis, MN, USA) è un elettrocatetere lumeless comunemente utilizzato per la stimolazione del sistema di conduzione (sia per HBP che per LBBAP). I dati disponibili in letteratura sulla possibilità di estrarre questo elettrocatetere, soprattutto se impiantato da molto tempo, sono scarsi.  Elementi che possono potenzialmente aumentare la difficoltà di estrazione di questo elettrocatere utilizzato per la stimolazione del sistema di conduzione sono: l’assenza di un lume per l’inserimento di uno stiletto di bloccaggio, quando si rende necessario l’utilizzo di sheath potenziate, il rischio di lesione del sistema di conduzione e il livello di penetrazione della parte distale dell’elettrocatetere all’interno del setto (per LBBAP).

Recentemente un gruppo italiano ha pubblicato due casi clinici in cui sono state descritte due procedure di estrazione di elettrocateteri SelectSecure 3830 per la stimolazione del sistema di conduzione. Nel primo caso, pubblicato su Pacing and Clinical Electrophysiology1, è stata descritta la procedura di estrazione di un elettrocatetere per la stimolazione del fascio di His impiantato da 14 anni e 3 mesi. L’elettrocatetere è stato fissato con il sistema Bulldog (Cook Medical) e Compression Coil, quindi estratto con successo e senza complicanze attraverso la vena succlavia sinistra mediante tools meccanici a causa di aderenze calcifiche a livello della vena succlavia e della vena cava superiore.

Nel secondo caso, pubblicato su Europace2, è stata descritta la procedura di estrazione di un elettrocatetere per la stimolazione della branca sinistra impiantato da 10 mesi che è stato estratto senza complicanze mediante trazione manuale.

 

Bibliografia

1. Migliore F, Dall’Aglio P, Falzone PV, Bertaglia E, Zanon F. Extraction of a very old His bundle pacing lead: A safe and effective procedure? Pacing Clin Electrophysiol. 2021 Mar 24. doi: 10.1111/pace.14227. Epub ahead of print. PMID: 33763893.

2. Migliore F, Aruta P, Cecchetto A, Iliceto S, Gerosa G, Catanzariti D. Extraction of left bundle branch pacing lead: a safe procedure? Europace. 2021 Jun 6:euab082. doi: 10.1093/europace/euab082. Epub ahead of print. PMID: 34095950.

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi