Notizie e commenti

Evoluzione temporale delle lesioni realizzate con l’elettroporazione: risultati di un modello animale

Dalla letteratura

L’ablazione a campo elettrico pulsato (o elettroporazione) è una modalità di ablazione cardiaca non termica selettiva per i tessuti. Recentemente è stato sviluppato un nuovo sistema di ablazione a campo pulsato per l’ablazione transcatetere costituito da un sistema generatore multicanale ed un catetere circolare multielettrodo per elettroporazione irreversibile. Recentemente sono stati pubblicati su Circulation: Arrhythmia and Electrophysiology i risultati di uno studio che ha avuto lo scopo di comprendere la progressione e l’impatto acuto dell’ablazione a campo pulsato in un modello sperimentale. Lo studio ha valutato la sicurezza e le prestazioni subcroniche (7±3 giorni) e croniche (30±3 giorni) di questo nuovo sistema di ablazione in modelli suini in cui sono stati simulati l’isolamento delle vene polmonari e della vena cava superiore.

Lo studio

Sono stati studiati dieci modelli suini suddivisi in coorti subcroniche (n=6) e croniche (n=4). Le lesioni sono state eseguite all’interno dell’atrio destro e dell’atrio sinistro al fine di ottenere l’isolamento delle vene polmonari destre e l’isolamento della vena cava superiore, oltre a creare lesioni a livello del tetto dell’atrio sinistro e della parete posteriore dell’atrio destro.

L’isolamento acuto delle vene polmonari e della vena cava superiore è stato ottenuto nel 100% dei modelli suini ed è stata dimostrata la durabilità delle lesioni (incluse l’eliminazione prolungata dell’attività elettrica del tetto dell’atrio sinistro e della parete posteriore dell’atrio destro) in entrambe le coorti.

L’esame istologico mostrava in tutti i siti cardiaci ablati zone discrete di perdita di fibre miocardiche o cellule muscolari lisce con conservazione dell’architettura tissutale, con conseguente sostituzione fibrocellulare, neovascolarizzazione e deposito di neocollagene. In associazione con  le fibre muscolari necrotiche erano evidenziabili fenomeni di mineralizzazione. Si osservavano fenomeni infiammatori solo nella coorte subcronica. Non si osservavano alterazioni di altri tessuti adiacenti (compreso il nervo frenico) correlate al trattamento ablativo.

In conclusione, i risultati di questo studio sperimentale dimostrano che l’ablazione a campo pulsato finalizzato all’isolamento delle vene polmonari e della vena cava superiore è fattibile e sicura con effetto ablativo miocardico specifico. Nelle aree target si possono osservare lesioni durevoli con fenomeni infiammatori principalmente documentati a 7 giorni dall’ablazione.

 

Bibliografia

Grimaldi M, Di Monaco A, Gomez T, Berman D, Datta K, Sharma T, Govari A, Altmann A, Di Biase L. Time Course of Irreversible Electroporation Lesion Development Through Short- and Long-Term Follow-Up in Pulsed-Field Ablation-Treated Hearts. Circ Arrhythm Electrophysiol. 2022 Jul;15(7):e010661.

Ultimi articoli

Impatto delle 5 ondate della pandemia COVID-19 sull’attività dei centri aritmologici italiani: la nuova pubblicazione AIAC Ricerca

Guarda il video con i commenti del dottor Antonio D’Onofrio, Presidente AIAC, del professor Giuseppe Boriani, primo autore del lavoro e past director di AIAC Ricerca, e del professor Roberto De Ponti, attuale Direttore di AIAC Ricerca.

Leggi

XVIII Congresso Nazionale AIAC 2022: le relazioni sono online

Disponibili online le registrazioni video delle relazioni accreditate del XVIII Congresso Nazionale AIAC 2022.

Leggi

Ablazione di TV in pazienti con ICD, prima è meglio: il PARTITA trial

In occasione del 18° Congresso Nazionale AIAC abbiamo incontrato il Professor Paolo Della Bella (Unità Operativa di Aritmologia ed Elettrofisiologia, IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano) e gli abbiamo chiesto di commentare i risultati del PARTITA trial recentemente pubblicato su Circulation.

Leggi