Notizie e commenti

Il defibrillatore indossabile in età pediatrica

Dalla letteratura

Il defibrillatore cardioverter esterno indossabile è sicuro ed efficace per il trattamento delle aritmie ventricolari dei pazienti pediatrici a rischio di morte improvvisa. Le prove vengono da uno studio presentato al meeting della Heart Rhythm Society che si è tenuto a Chicago. Si tratta del più ampio studio che ha valutato questa opzione terapeutica in una popolazione pediatrica.

Il defibrillatore impiantabile (ICD) rappresenta uno dei capisaldi terapeutici fin dalla sua prima introduzione; il suo utilizzo si associa infatti a un aumentata sopravvivenza in quei pazienti con tachiaritmiche ad alto rischio di morte cardiaca improvvisa.  Tuttavia, è una procedura invasiva che comporta un inevitabile rischio di complicanze sia procedurale sia a lungo termine. Il wearable cardioverter-defibrillator (WCD) introdotto nella pratica clinica nei primi anni 2000 ha il vantaggio di non richiedere nessuna procedura invasiva e si presenta quindi come una valida soluzione per quei pazienti che presentino cause aritmiche potenzialmente reversibili.

Lo studio presentato a Chicago ha arruolato 455 pazienti pediatrici che dall’inizio del 2010 al settembre del 2016 avevano indossato per almeno un giorno il WCD. Il 40% dei piccoli pazienti aveva una diagnosi di cardiomiopatia, il 22% di cardiopatia congenita, il 13% di canalopatie, il 9% una storia di arresto cardiaco senza nessun’altra diagnosi. Complessivamente, 8 pazienti avevano ricevuto una terapia appropriata per episodi di tachicardia ventricolare o di fibrillazione ventricolare che sono stati convertiti con successo dal dispositivo. I sette decessi registrati sono avvenuti quando il paziente non indossava il dispositivo.

“Sono pochi gli studi clinici sull’utilizzo del WCD nei bambini e ragazzi, pertanto i nostri risultati sono incoraggianti. Abbiamo infatti riscontrato che questo trattamento è sicuro e i risultati sono paragonabili a quelli della popolazione adulta”, ha commentato David Spar del Cincinnati Children’ Hospital Medical Center.

Il WCD sembra quindi un’opzione terapeutica valutabile anche per pazienti più piccoli. Ma servono ulteriori studi per ulteriori approfondimenti e valutazioni di costo-efficacia.

Fonte
Wearable Cardioverter Defibrillators Prove To Be Safe For Pediatric Patients At Risk For Sudden Cardiac Arrest [press release]. Hrsonline.org 11 maggio 2017

Ultimi articoli

Il Professor Roberto De Ponti è il nuovo Direttore di AIAC Ricerca

In occasione della riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12 settembre scorso è stato nominato il nuovo Direttore di AIAC Ricerca per il prossimo quadriennio nella persona del Prof. Roberto De Ponti.

Leggi

Elisa Ebrille nominata EHRA Young Ambassador

Nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12/09/22 il Consiglio ha nominato la Dott.ssa Elisa Ebrille (Ospedale Maria Vittoria, ASL Città di Torino, Torino) "EHRA Young Ambassador".

Leggi

Novità dal Congresso ESC 2022: le nuove linee guida sulle aritmie ventricolari e prevenzione della morte cardiaca improvvisa

Durante il recente Congresso ESC 2022 che si è tenuto a Barcellona lo scorso 26-29 agosto, sono state presentate le nuove linee guida ESC sulla gestione dei pazienti con aritmie ventricolari e sulla prevenzione della morte cardiaca improvvisa.

Leggi