Notizie e commenti

Ruolo dell’imaging cardiaco nei pazienti sottoposti ad ablazione di TV

Dalla letteratura

La tachicardia ventricolare (TV) è una grave aritmia che può colpire i pazienti con cardiopatia strutturale. In questi pazienti la terapia con ICD ha ridotto significativamente il rischio di morte cardiaca improvvisa, d’altra parte ha però determinato un aumentato dei di pazienti con shock ripetuti dell’ICD. Questa è una problematica emergente di notevole rilevanza clinica in quanto gli shock dell’ICD, soprattutto se ripetuti, si associano a scarsa qualità della vita, frequenti ospedalizzazioni e ad un aumento della mortalità.

La cicatrice miocardica gioca un ruolo centrale nella genesi e nel mantenimento delle aritmie da rietro, in quanto la coesistenza di fibre miocardiche vitali all’interno del tessuto fibrotico porta alla formazione di vie di conduzione lente e ad una dispersionedella refrattarietà che costituiscono il substrato anatomico ideale per i circuiti delle TV. L’ablazione transcatetere si è dimostrata una procedura sicura ed altamente efficace nel trattamento della TV. Negli ultimi due decenni questa procedura ha beneficiato di continui sforzi volti a determinare i meccanismi della TVmediante l’utilizzo integrato di un’ampia gamma di tecniche di imaging invasive e non invasive come l’ecocardiografia intracardiaca, la risonanza magnetica cardiaca, la TAC e l’imaging nucleare.

Recentemente è stato pubblicata sul Journal of Cardiovascular Medicine una revisione della letteratura prodotta dall’Area ablazione della tachicardia ventricolare dell’AIACsul ruolo dell’imaging cardiaco nei pazienti sottoposti ad ablazione transcatetere della TV.

L’imaging cardiovascolare è diventato un ausilio fondamentale nella pianificazione e nella guida delle procedure di ablazione transcatetere integrando informazioni strutturali ed elettrofisiologiche, consentendo di caratterizzare il substrato aritmogenico della TV e di identificare i target di ablazione con crescente precisione, consentendo lo sviluppo di nuove strategie ablative con risultati sempre migliori.

Pietro Palmisano
Azienda Ospedaliera  “Card. G. Panico”, Tricase (Lecce)

Bibliografia

Muser D, Lavalle C, Guarracini F, Sassone B, Conte E, Magnani S, Notarstefano P, Barbato G, Sgarito G, Grandinetti G, Nucifora G, Ricci RP, Boriani G, De Ponti R, Casella M; task forces on ventricular tachycardia and imaging of the Italian Association of Electrophysiology and Cardiac Pacing (AIAC). Role of cardiac imaging in patients undergoing catheter ablation of ventricular tachycardia. J Cardiovasc Med (Hagerstown). 2020 Oct 29. doi: 10.2459/JCM.0000000000001121.

Ultimi articoli

Pacemaker bicamerale: un’intramontabile terapia per la maggior parte delle bradiaritmie

Pietro Palmisano e Renato Ricci ripercorrono la storia dei pacemaker bicamerali per il trattamento delle bradiaritmie.

Leggi

Telemedicina, quali indicazioni dalla conferenza Stato-Regioni?

L'intervista a Gabriele Zanotto sul documento relativo alle indicazioni da adottare a livello nazionale per l'erogazione delle prestazioni in telemedicina.

Leggi

Gestione clinica dello storm aritmico: una revisione della letteratura

Una revisione della letteratura sulla gestione clinica dello storm aritmico, a cura dall’Area Ablazione della Tachicardia Ventricolare dell’AIAC.

Leggi